Greta Thunberg, ecco come la giovane attivista è riuscita a farsi ascoltare

“Potete sentirmi?”,  chiede Greta Thunberg ai 150 membri e segretari del Parlamento Inglese. Batte sul microfono per controllare se funziona ma il gesto è inteso come un rafforzativo: sta chiedendo se la stanno ascoltando. “Avete sentito quello che ho detto? Va bene il mio Inglese? Il mio microfono è acceso? Perché inizio a dubitarne”. Ci sono state risate ma Greta non sta sorridendo:  è qui per parlare dei cambiamenti climatici, sta arrivando una catastrofe e la sua generazione ne porterà il peso e le sa di chi è la colpa.

Castigare i potenti è diventata la routine per questa ragazza di 16 anni, Greta Thunberg.  A dicembre ha parlato alla Conferenza per il Cambiamento Climatico delle Nazioni Unite in Polonia; a gennaio è stato il turno dei miliardari del Forum Economico Mondiale a Davos in Svizzera. Londra è stata solo l’unica fermata di un tour che l’ha portata fino a Roma dal Papa: “Continua il tuo lavoro, continua,non fermarti”.

Clima, Greta Thunberg sfida Juncker ed i leader Ue: “agite in fretta”

Greta Thunberg: ”Grazie per aver difeso il clima”. Incontro con Papa Francesco VIDEO

Solo nove mesi fa la Thunberg  era solo una figura solitaria, seduta fuori al Parlamento Svedese a Stoccolma, dove mostrava un cartello con il simbolo del Skolstrejk for Climatet (Sciopero dalla scuola per il clima).  Era lì per una ragione che sentiva sua e personale.  Quando Greta ha iniziato a studiare i cambiamenti climatici a scuola all’età di 11 anni, ha reagito in un modo sorprendentemente intenso: ha sofferto di un’intensa crisi depressiva. “Sentivo che tutto era senza senso e non avevo motivo per andare a scuola sapendo che non ci sarà un futuro”, ha raccontato. Ma questa volta, piuttosto che rifugiarsi nel dolore, ha deciso di incanalare la sua tristezza nella forza per poter agire:  “Mi sono promessa che avrei fatto tutto quello che potevo per fare la differenza”.

Clima, la Gran Bretagna riconosce lo stato di emergenza climatica

Inspirata dai sopravvissuti della sparatoria di Parkland in Florida nel 2018, ha iniziato uno sciopero settimanale dalla scuola ogni venerdì, rivolgendo l’attenzione ai social media per implorare i politici di supportare la riduzione delle emissioni di carbonio. Dalla Conferenza del Clima di dicembre i suoi followers  sono cresciuti del 4000% fino a raggiungere i 612mila; molti di questi hanno iniziato a seguirla anche offline, scioperando per il cambiamento. “Non avevo mai parlato di fronte a un gruppo di persone, neanche a scuola di fronte ai miei compagni di classe” – ha detto poco dopo il suo discorso a Londra – “ma adesso ho deciso di parlare al mondo intero”.

Greta Thunberg, il discorso della giovane attivista in Piazza del Popolo VIDEO

E adesso il mondo sta ascoltando. Gli organizzatori hanno stimato che il 15 Marzo 1,6 milioni di persone in 133 paesi hanno partecipato allo sciopero per il clima, ispirato dalle azioni della Thunberg . La maggior parte di questo erano ragazzi che hanno lasciato la scuola per protesta per qualche minuto, per qualche ora o per un giorno intero. Da allora gli scioperi sono continuati, con gli studenti uniti sotto gli hashtag #FridaysForFuture e #YouthStrike4Climate.

Citando le parole di Emma Gonzalez, una delle studenti sopravvissute alla strage di Parkland, il modo di Greta di ispirare i giovani e incolpare gli adulti apatici ha trasformato la sua singola idea in un movimento globale. “C’è una gigantesca lotta generazionale” – dice la 18enne organizzatrice degli scioperi di Londra,  Anna Taylor -“Scioperare è l’unico modo per farci sentire”.

Più il movimento attirava le attenzioni globali, più la vita di Greta cambiava. Non si sarebbe mai aspettata questo livello di interesse, il suo era solo un modo per convincere gli altri studenti a unirsi a lei: “Avevo intenzione di farlo anche se fossi rimasta sola”. La Thunberg attribuisce la sua determinazione alla sua diagnosi di Aspergere, una forma leggera di autismo: “Mi fa vedere il mondo in modo diverso. Vedo attraverso le bugie più facilmente, non mi piacciono i compromessi. Per me è o sei sostenibile o non lo sei  – non puoi essere un po’ sostenibile.” La sua onestà sulla sua diagnosi e la volontà di condividere la sua esperienza sulla depressione sono due delle ragioni per cui tanti vedono Greta come un modello: “Essere diversi non è una debolezza, per tanti versi è una forza, perché ti fa emergere dalla massa”.

Chi è Greta Thunberg? La storia della giovane attivista svedese

Nel corso delle sue apparizioni in giro per l’Europa,  la giovane attivista svedese ha deciso di scegliere per i suoi viaggi il treno: meno emissioni di carbonio rispetto agli altri mezzi di trasporto. “L’effetto Greta”, così come definito dallo stesso papà della giovane,  è dimostrato dal fatto che sono diminuiti i passeggeri che utilizzano per viaggiare mezzi come l’aereo e aumentati quelli che decidono invece di spostarsi con il treno, come confermano  gli  operatori ferroviari svedesi e tedeschi.

Clima, tassare il cherosene per gli aerei per ridurre dell’8% le emissioni dell’aviazione

L’obiettivo principale della Thunberg è la riduzione  da parte dei governi delle emissioni, in linea con gli Accordi di Parigi, limitando l’aumento della temperatura globale a 1,5 gradi centigradi sopra il livello preindustriale. Nell’ottobre 2018 l’ Intergovernmental Panel on Climate Change (IPCC) delle Nazioni Uniti ha rilasciato un report avvertendo che le emissioni di carbonio devono essere ridotte del 45% entro il 2030 per raggiungere l’obiettivo degli Accordi di Parigi.  “Il reportage ha chiarito in modo inequivocabile che dobbiamo agire ora”-  spiega Myles Allen, un coautore della relazione. IL prezzo del fallimento cadrà sulle spalle dei più giovani: “Siamo sono i bambini a dire di essere preoccupati per il futuro,  gli adulti si sentano in colpa”, spiega Greta.

Greta riesce a studiare per un test e poi scrivere un discorso per le Nazioni Unite, finire i compiti e poi organizzare uno sciopero:  “A volte mi sembra di vivere in due mondi differenti. Qui sono solo una tranquilla studentessa, e lì sono invece molto famosa”.

Nel frattempo Greta e i suoi compagni stanno organizzando il prossimo sciopero per il 24 maggio, due giorni prima delle elezioni per il Parlamento Europeo. Dopo di ciò preparerà i bagagli per continuare il suo viaggio attorno al mondo. Resta difficoltoso un viaggio per gli Stati Uniti, vista la difficoltà di attraversare l’Atlantico senza usare l’aereo. Ma niente pare impossibile per lGreta, considerato che sta addirittura preparando una tappa in Cina tramite un viaggio di un giorno intero sulla Transiberiana.

Elezioni europee 2019, come e quando votare. Tutti i candidati

Clima, 24 maggio sciopero globale per il futuro. L’appello degli insegnanti italiani

Da quando è salita alla ribalta la giovane svedese è stata bersaglio di negatività e perfino minacce. Commentatori di destra e negazionisti del cambiamento climatico l’hanno chiamata una “marionetta delle PR”, pagata da un network globale di miliardari per spargere un “messaggio liberal di sinistra”. Altri hanno criticato il suo aspetto rigido e la sua “voce monotona”, una caratteristica condivisa da molte persone che soffrono di autismo.

Greta Thunberg “Rompiballe dal Papa”: l’insulto in prima pagina su Libero

Clima, in prima pagina su il Tempo e Libero: “Riscaldamento del pianeta? Ma fa freddo”

“Li trovo molto divertenti perché quando le persone ricorrono agli insulti o alle prese in giro significa che non hanno altri argomenti, o nient’altro da dire,” -ha detto leggendo alcune risposte negative sotto un suo tweet recente – “Non mi lascerò certamente fermare da questo, perché so che quello che c’è in ballo è molto più importante”.

(Visited 207 times, 1 visits today)

Leggi anche

Diventa Green!