Home Attualità Rifiuti Roma, l’idea del Campidoglio per i rifiuti: “Meno pacchi per i regali...

Roma, l’idea del Campidoglio per i rifiuti: “Meno pacchi per i regali di Natale”

L’idea del Comune di Roma per evitare una nuova, probabile emergenza rifiuti nel periodo di Natale. Il Campidoglio fa appello ai cittadini della Capitale.

Come spesso accade nel periodo di Natale, la città di Roma rischia una nuova e quanto mai concreta emergenza rifiuti. Il Campidoglio è alle prese con i problemi relativi ad Ama ma rivolge anche un appello ai cittadini. L’assessora all’Ambiente, Sabrina Alfonsi, ha spiegato: “Ci tengo proprio a dirlo, serviranno meno pacchi di Natale. Per riuscire a tenere la città pulita serve anche un aiuto da parte della cittadinanza: c’è bisogno di senso civico per evitare la crisi. Non è detto che meno pacchi significhi meno regali, ma dobbiamo cercare di limitare gli imballaggi“.

Roma, il Natale 2021 all’insegna della sostenibilità e dell’Agenda 2030

Il problema degli imballaggi non è uno scherzo. Come amministrazione abbiamo messo in campo tutte le azioni possibili per migliorare la raccolta, che era oggettivamente in crisi, e per trovare nuovi sbocchi per l’immondizia che viene prodotta a Roma” – ha continuato Sabrina Alfonsi – “Ma Natale è un periodo particolarmente complicato, proprio per i pacchi. Cresce la produzione dei rifiuti, che invece deve diminuire. A partire dalle carte dei regali“.

Natale, tutti i regali sostenibili secondo Legambiente: ecco le idee per salvare il Pianeta

A parlare della situazione rifiuti a Roma è Il Messaggero. Il sindaco Roberto Gualtieri si era prefissato una deadline decisamente troppo ambiziosa per superare l’emergenza rifiuti: quella del 25 dicembre. Storicamente, a Roma il giorno di Natale è tra quelli in cui vengono prodotti più rifiuti di tutto l’anno e la raccolta arriva spesso a livelli critici. La prima mossa del Campidoglio è stata il bonus di 360 euro per chi lavora alla raccolta tra il 22 novembre al 9 gennaio: l’assenteismo, nella prima settimana, è calato del 10%. Ma senza un’attenzione anche da parte dei cittadini nel produrre meno rifiuti possibili, ogni sforzo rischia di rivelarsi vano.

Previous articleLetta “Il Colle? Eleggere il presidente a larga maggioranza”
Next articleSarco, la capsula per il suicidio assistito approvata in Svizzera. Indolore per i pazienti, ecco come funziona