Attualità

OCEANI, TEST GLOBALE SULLA SALUTE. RACCOLTI CAMPIONI IN 200 SITI

Condividi

Oceani testOcean sampling day, una giornata che prevede un test globale sulla salute degli oceani. In Italia campioni raccolti nel Golfo di Napoli, al largo di Ancona e nel golfo di Trieste.

Con il test globale sulla salute degli oceani, l’Ocean Sampling Day (OSD), che ricorre ogni 21 giugno, sono stati raccolti in 200 siti, dalle coste del Pacifico a quelle dell’Atlantico, compreso il Mediterraneo e le coste italiane campioni d’acqua. Si tratta di un test mondiale è nato su iniziativa del progetto Micro B3 (Marine Microbial Biodiversity, Bioinformatics, Biotechnology), finanziato dall’Unione Europea per sviluppare approcci innovativi per studiare la biodiversità marina, ed è coordinato dall’infrastruttura europea Embrc (European Marine Biological Resource Centre). Tra i  gruppi di ricerca coinvolti, anche gli esperti della Stazione Zoologica Anton Dohrn di Napoli, dell’università Politecnica delle Marche e dell’Istituto Nazionale di Oceanografia e di Geofisica Sperimentale a Trieste.

Lo scopo è quello di cercare gli inquinanti, come sostanze chimiche e microplastiche,  analizzare la biodiversità dei microrganismi marini, con metodo innovativi di sequenziamento genetico massivo di tutto il Dna presente nei campioni. Inoltre, i ricercatori cercheranno di censire i batteri che causano malattie, quelli che sopravvivono più a lungo con l’aumento delle temperature e sono uno dei problemi emergenti collegati ai cambiamenti climatici. “La raccolta simultanea di campioni in tutti i mari del mondo ci darà una fotografia globale della salute degli oceani” , presidente della Stazione Zoologica, Roberto Danovaro – “Quest’anno per la prima volta, il test – oltre a dare informazioni di base sulle caratteristiche delle acque e dei batteri presenti, che sono importanti per determinare la balneabilità delle acque, analizzerà anche gli organismi più grandi, quelli del plancton”.

LINK CORRELATI:

https://www.teleambiente.it/giornata-oceani-appello-onu-se-non-cambiamo-rotta-presto-in-mare-piu-plastica-che-pesci/

https://www.teleambiente.it/our-ocean-malta-oceani-plastica/

https://www.teleambiente.it/help-the-ocean-roma-opera-finucci/

 

(Visited 102 times, 1 visits today)

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Teleambiente.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi di teleambiente.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Stefano Zago