Dissesto Idrogeologico. In arrivo 20 milioni di euro per combattere il dissesto idrogeologico.

Il Ministero dell’Ambiente finanzia un nuovo stralcio del fondo di rotazione per la progettazione di interventi contro il dissesto idrogeologico assegnandolo a quattro regioni italiane, che permetteranno ai presidenti delle stesse regioni, in qualità di commissari di governo, di portare avanti opere per oltre 660 milioni sul territorio.

In Campania vengono finanziate 54 progettazioni per oltre 12 milioni di euro, in grado di attivare opere per circa 365 milioni di euro.

Tra gli interventi finanziati, la progettazione dell’intervento di mitigazione del rischio idrogeologico della foce del Volturno e del Litorale Domizio (Caserta) con 434mila euro, mentre altri 256mila euro sono destinati alla progettazione del risanamento idrogeologico del Comune di Volturara Irpina (Avellino), opera da oltre 29 milioni di euro.

In Sicilia invece, vengono finanziate le progettazioni di 32 interventi per oltre 5 milioni di euro, che attivano opere per 133 milioni di euro.

Tra questi, 511 mila euro sono stati destinati al ripascimento della spiaggia di Campofelice di Roccella (Palermo), mentre 365 mila euro serviranno alla mitigazione del rischio idrogeologico e di erosione costiera nel Comune di Messina, opera da oltre 8 milioni di euro.

Nel Lazio, i progetti che ricevono il finanziamento sono 11 per un totale di 1,92 milioni di euro e che attiveranno opere per oltre 85 milioni.

A ricevere il finanziamento ministeriale di oltre 800mila euro, è la progettazione della messa in sicurezza di alcuni fossi e canali nel Comune di Roma, per un importo delle opere di oltre 44 milioni di euro.

Altri 927mila euro sono stati destinati al completamento dello scolmatore di piena del Fiume Liri (Frosinone), opera da oltre 38 milioni di euro.

All’Umbria vengono assegnati oltre 850mila euro per due grandi progetti, del valore complessivo di 83 milioni.

Sono, nello specifico, il completamento della messa in sicurezza dal rischio idraulico lungo l’asta del Tevere a Citta’ di Castello (Perugia) e il risanamento idrogeologico del Fosso Santa Margherita a Perugia.

Articolo precedenteWEEKEND ROMA, TUTTI GLI EVENTI NELLA CAPITALE
Articolo successivoPEPSICO, OBIETTIVO ENTRO IL 2030: 50% DI PLASTICA RICICLATA