Home Attualità Salute Aronia, le bacche che rinforzano l’organismo. Ecco tutte le proprietà

Aronia, le bacche che rinforzano l’organismo. Ecco tutte le proprietà

Le bacche di Aronia sono frutti con un elevato contenuto di vitamine, sali minerali ed antiossidanti che aiutano a proteggere e rinforzare l’organismo.

L’Aronia nera deve il suo titolo di superfood o superfrutto principalmente alle notevoli proprietà antiossidanti: antociani, polifenoli, e flavonoidi in particolare, contribuiscono in modo marcato a ridurre la formazione dei radicali liberi che sono responsabili dell’invecchiamento cellulare.

Nella scala ORAC – che misura le proprietà antiossidanti degli alimenti – le bacche di Aronia hanno un valore di gran lunga superiore a mirtillibacche di goji e acai ed inferiore, tra gli altri superfood emergenti, solo al maqui (o mirtillo della Patagonia).

Cosa contengono:

  • Vitamina C: 100 g di Aronia contengono il 34% della dose giornaliera raccomandata di Vitamina C;
  • Vitamina K: aiuta a gestire la coagulazione del sangue e previene la calcificazione delle arterie. Per questo motivo i frutti di Aronia abbassano il colesterolo, migliorano la pressione sanguigna, e allontanano l’aterosclerosi. In caso di assunzione di farmaci anticoagulanti, è meglio confrontarsi con il medico curante prima di usare queste straordinarie bacche;
  • Acido Chinico: l’aronia purifica il tratto urinario, e si è rivelata più efficace dei mirtilli nel trattamento di infezioni che colpiscono questa parte del corpo proprio grazie al maggior contenuto di acido chinico.
  • Ferro: è essenziale per il corpo umano in quanto è indispensabile per una corretta ossigenazione di tutte le cellule. Purtroppo il nostro corpo non è in grado di auto – produrlo perciò dobbiamo assumerlo tramite fonti esterne. 100 g di Aronia contengono il 93% della dose giornaliera raccomandata di ferro;
  • Fibre: è un efficace lassativo naturale: combatte la stitichezza e le emorroidi. Ma soprattutto ripulisce il colon, contribuendo alla prevenzione del cancro al colon.

Come usarle

Queste bacche possono essere utilizzate in molti modi in cucina. Si possono consumare fresche e al naturale (ad esempio nella macedonia o nei frullati di frutta fresca) ma più frequentemente vengono lavorate per addolcirne il sapore asprigno. Sono infatti molto utilizzate per le marmellate soprattutto per offrire ai più piccoli uno spuntino sano e nutriente e per i succhi di frutta (che si ottengono dalla spremitura a freddo delle bacche a cui viene aggiunto zucchero integrale di canna o altri dolcificanti naturali).

Con le bacche di Aronia essiccate (reperibili in erboristeria) si possono realizzare ottime tisane e infusi perfetti per affrontare con il giusto vigore l’inverno. Non solo, si prestano benissimo ad essere aggiunte a muesli, cereali o muffin per la prima colazione magari annaffiate con una tazza di latte vegetale (riso, soia, mandorla), oppure ad essere sgranocchiate al momento del break di metà mattina insieme a qualche frutta secca al naturale come mandorle o nocciole. Possono anche essere aggiunte alle insalate.

Lista delle 10  migliore bacche che fanno bene alla salute – SUPERFOOD

 

Articolo precedenteSuperfood, le 10 bacche che fanno bene alla salute
Articolo successivoClima, Alto Adige raccoglie in un’app tutti i dati delle stazioni meteo