Attualità

Bracconaggio, trovati pelle di una tigre e cinque feti in un vaso

Condividi

Le autorità indonesiane hanno arrestato cinque persone per bracconaggio dopo aver trovato la pelle di una tigre di Sumatra e un’anfora con quattro feti di tigre all’interno. 


Cinque persone in Indonesia sono state arrestate per bracconaggio dopo che le autorità hanno scoperto la pelle di una tigre di Sumatra e quattro feti in una giara. Le tigri di Sumatra sono fortemente a rischio estinzione e si crede che ce ne siano meno di 400 in tutto il mondo.

Il rinoceronte di Sumatra è ufficialmente estinto: morto ultimo esemplare

Non è chiaro se i feti appartengano alla tigre da cui è stata rimossa la pelle. I cuccioli di tigre nascono cechi e dipendono totalmente dalla madre per i primi mesi delle loro vite. Secondo le dichiarazioni del Ministero dell’ambiente e delle foreste, i sospettati sono stati arrestati dopo che la polizia ha ricevuto delle soffiate.

Animali, due elefanti di Sumatra trovati morti in meno di una settimana

Due degli arrestati si crede fossero due venditori e rischiano fino a 5 anni di prigione e una multa di 100 milioni di rupie, più di 7,000 dollari. La specie Sunda, una sottospecie della tigre di Sumatra una volta poteva essere trovata sull’isola indonesiana di Java, a Bali e in Sumatra. Ora può essere trovate solo in Sumatra.

Elefanti, il tribunale respinge il ricorso: confermato il divieto di commercio dell’avorio

Secondo il WWF “l’aumento della deforestazione e il bracconaggio potrebbero portare alla fine per questa specie, come successo già a Java e a Bali. In Indonesia, chiunque viene catturato mentre caccia le tigri rischia il carcere e le sanzioni. Ma nonostante gli sforzi per la conservazione delle tigri, inclusi l’aumento delle pene e degli agenti dedicati al bracconaggio, il mercato del commercio rimane attivo in Sumatra e in altre parti dell’Asia”.

Secondo Traffic, il bracconaggio per il commercio è responsabile per la morte del 80% delle tigri di Sumatra quest’anno e causa circa 40 morti l’anno. Alcune parte delle tigri, come le ossa, si crede abbiano un valore medico in alcune parti dell’Asia.

(Visited 26 times, 1 visits today)

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Teleambiente.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi di teleambiente.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Stefano Zago