Attualità

Animali, la Danimarca compra gli ultimi elefanti da circo del paese..e li libera!

Condividi

Il governo danese ha acquistato gli ultimi 4 elefanti da circo rimasti in “attività” nel paese, adesso deciderà dove gli animali passeranno la loro meritata pensione.

Il governo della Danimarca ha comprato gli ultimi quattro elefanti da circo che ancora si esibivano nel paese, liberandoli dalla schiavitù del circo e preparandoli a passare una dignitosa pensione.

I quattro elefanti, Ramboline, Lara, Djunga e Jenny sono stati acquistati da due circhi differenti, per una cifra complessiva di 11 milioni di kroner, circa 1,6 milioni di dollari.

Circo senza animali, in attesa di un divieto effettivo ecco le iniziative di alcune compagnie italiane

Anche se il governo non ha piani immediati su dove gli animali vivranno da adesso in poi, l‘Agenzia per la Protezione Animali Danese ha specificato che gli elefanti saranno sotto la loro cura e protezione fino a quando non sarà trovata loro una sistemazione permanente.

La Danimarca ha già approvato una legge che mette al bando gli animali selvaggi nei circhi.Tale legge andrà in vigore però sono a fine anno.

La Danimarca non è la sola ad aver approvato una legge di questo tipo. In Inghilterra l’uso degli animali selvatici nei circhi è proibito da questo maggio.In Germania intanto, in attesa di una legge simile, alcuni circhi hanno deciso di usare animali olografici piuttosto che quelli veri, mentre altri si sono schierati apertamente contro l’uso di animali.

Circo, animali si o no? al Roncalli lo spettacolo lo fanno gli ologrammi

Anche gli Stati Uniti si stanno adeguando: gli stati del New Jersey e delle Hawaii sono diventati i primi a votare una specifica legge contro questa pratica inumana lo scorso dicembre.

Alcune legislazioni locali negli USA impongono certe limitazioni alle performance con animali, ma il New Jersey e le Hawaii sono i primi a bandire ufficialmente l’utilizzo negli spettacoli itineranti di animali selvaggi di qualsiasi specie, dagli elefanti alle tigri ai primati.

 

(Visited 1.001 times, 1 visits today)

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Teleambiente.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi di teleambiente.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Stefano Zago