Attualità

Amazzonia, gli incendi rischiano di far collassare i sistemi ospedalieri, già colpiti dal coronavirus

Condividi

Gli esperti temono che una stagione degli incendi troppo intensa in Amazzonia possa aggravare i problemi respiratori nelle persone e far collassare i sistemi ospedalieri, che già faticano a combattere il coronavirus.

Un’intensa stagione degli incendi in Amazzonia potrebbe mettere eccessiva pressione sui sistemi ospedalieri e portare ad ulteriori morti per coronavirus, considerando che i fumi degli incendi possono aggravare i problemi respiratori.

Ambiente, per l’ONU la distruzione della natura apre la strada alle pandemie

Gli incendi nelle foreste distruggono migliaia di ettari di foresta pluviale amazzonica ogni anno. Con l’arrivo del picco della stagione degli incendi, gli esperti sostengono che i fumi e le particelle rilasciate possano aggravare l’infezione da coronavirus. “E’ già noto che l’esposizione cronica a queste piccoli particolati aumenta il rischio di malattie respiratorie, cardiovascolari e morti premature” ha confermato Harvey Fineberg, ex presidente dello U.S. Institute of Medicine. Al momento i casi registrati di coronavirus in America Latina hanno superato 1.7 milioni mentre i decessi risultano essere 83.500.

Ambiente, combattere la povertà aiuta a ridurre anche la deforestazione

Manaus, una città di 2 milioni di persone nel cuore dell’Amazzonia, è stata duramente colpita dal virus. Anche la provincia di Amazonas in Colombia sta combattendo con alti tassi d’infezione; su una popolazione di 66,000 persone, i casi registrati sono 2,100. Un aumento delle ospedalizzazioni per problemi respiratori a seguito degli incendi metterebbe ulteriormente sotto pressione gli ospedali della regione, già sull’orlo del collasso.

Amazzonia, la deforestazione porterà a nuove pandemie in futuro

In aggiunta, oltre a colpire direttamente le comunità in Amazzonia, le particelle di fumo possono viaggiare e causa problemi altrove. Marcia Castro, professoressa di salute pubblica ad Harvard, ha spiegato: “Gli effetti dei problemi respiratori non si limitano ai confini dell’Amazzonia. Un’intensa stagione degli incendi potrebbe avere devastanti conseguenze per la salute pubblica, unita alla perdita non necessaria di ulteriori vite”.

(Visited 80 times, 1 visits today)

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Teleambiente.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi di teleambiente.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Stefano Zago