twitter elon musk fuga utenti dipendenti

Il nuovo proprietario del social network continua con uscite controverse. Tanti utenti invitano ad approdare su altri social e app come Mastodon, Discord e perfino Tumblr e MySpace.

Fuga di utenti e dipendenti da Twitter in aperta polemica con Elon Musk. Il proprietario e fondatore di SpaceX e Tesla, dopo aver acquisito il social network, è stato protagonista di un’uscita controversa dopo l’altra. L’ultima, in ordine di tempo, è stato un ultimatum ai dipendenti di Twitter: “Lavorate incondizionatamente o andate via“. Ed è così che centinaia di lavoratori si sono licenziati.

Nel caos di dimissioni scatenato dall’ultimatum di Elon Musk ai dipendenti, Twitter ha deciso di chiudere temporaneamente gli uffici e sospendere i badge fino a lunedì. Senza molti dei dipendenti, compresi alcuni tecnici impiegati in settori sensibili, Twitter rischia di affrontare criticità legate alla gestione della sicurezza. In segno di solidarietà ai dipendenti, molti utenti hanno proseguito un vero e proprio esodo che va avanti da giorni. Con hashtag come #RIPTwitter, #TwitterDown o #TwitterOFF, gli utenti hanno iniziato a postare messaggi di addio, suggerendo agli altri di migrare su altre piattaforme: da Mastodon a Discord, passando per ‘vecchie glorie’ come Tumblr o MySpace.

Le proteste hanno interessato anche il quartier generale di Twitter, che ha sede a San Francisco. Alan Marling, ‘projection activist’, ha iniziato un sit-in davanti alla sede di Twitter, proiettando scritte sui muri come “Questo prova che Musk è un idiota“, “Free Hate Speech” e “Stop Toxic Twitter“. E intanto, la protesta dilaga anche in altre società di proprietà di Elon Musk. Come SpaceX, dove alcuni ex dipendenti hanno denunciato di essere stati licenziati dopo aver criticato le politiche dell’imprenditore.

Articolo precedenteCasa Surace, morta nonna Rosetta: aveva 89 anni
Articolo successivoMediterraneo sempre più caldo, a luglio scorso 2°C sopra la media. Il video