Good News

Olio di palma, Kellogg’s modifica la produzione dopo il successo della petizione di due bambine

Condividi

Due sorelle hanno lanciato una petizione online per chiedere a Kellogg’s di utilizzare solo olio di palma ecosostenibile. La raccolta firme è stata un successo e Kellogg’s ha promesso di rivedere la propria catena di produzione.

Asha e Jia Kirkpatrick, due sorelle di 12 e 10 anni di Bedfordshire, hanno lanciato una petizione per rimuovere l’olio di palma dai prodotti della Kellogg’s dopo aver visto in un documentario quanto la sua produzione contribuisca alla distruzione delle foreste. La petizione, lanciata nel 2018, ha raggiunto le 780,000 firme, convincendo la multinazionale statunitense ad intervenire per rendere maggiormente ecosostenibile la propria catena di produzione.

Harvinder Dhinsa, madre delle due ragazze, ha definito “fantastico” il fatto che la campagna delle figlie abbia riscosso un tale successo ma l’intera famiglia ora aspetta di vedere come Kellogg’s intenda mettere in atto le nuove politiche: “Sono molto orgogliosa di loro. E’ veramente un grande passo avanti. Esiste una differenza tra quello che viene scritto sui giornali e quello che viene fatto realmente quindi aspettiamo di vedere i cambiamenti”. Dopo aver lanciato la campagna, le due sorelle sono state invitate a visitare gli uffici britannici di Kellogg’s e la madre spera di poter seguire insieme alle sue figlie l’impatto dei cambiamenti.

Olio di palma, Greenpeace: “La Mendelez fa ancora affari con i distruttori di foreste”

Kellogg’s ha promesso che si impegnerà a produrre solamente olio di palma “sostenibile per l’ambiente”. L’olio di palma viene utilizzato in ogni tipo di prodotto, dal dentifricio alla margarina, ma per la sua creazione vengono abbattuti migliaia di acri di foreste in Indonesia. Secondo Greenpeace la produzione di olio di palma causa la morte di 25 oranghi ogni giorno.

Olio di palma a sorpresa diventa carburante per le automobili

Come parte del proprio impegno Kellogg’s ha spiegato che collaborerà con i piccoli proprietari terrieri e con delle ONG che monitoreranno i fornitori di olio di palma e investiranno nel ripristino delle foreste e della fauna locale. Un portavoce della compagnia ha spiegato che l’olio di palma utilizzato in Europa viene prodotto attraverso un percorso sostenibile certificato:Possiamo tracciare l’olio di palma che utilizziamo nei nostri prodotti dal momento in cui lascia il mulino fino a quando finisce nei nostri alimenti”.

(Visited 22 times, 1 visits today)

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Teleambiente.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi di teleambiente.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Stefano Zago