Attualità

Cibus, le eco-novità di Conserve Italia: dai succhi in plastica riciclata alle vellutate regionali

Condividi

Torna dal 31 agosto al 3 settembre la nuova edizione di Cibus, la fiera annuale del Made in Italy.

Torna dal 31 agosto al 3 settembre a Parma la nuova edizione di Cibus, la fiera annuale del Made in Italy giunta alla 20esima edizione.

 


Tra i protagonisti dell’edizione 2021 troviamo la filiera agricola italiana e tre volte sostenibile di Conserve Italia. Con i suoi marchi che hanno fatto la storia del Made in Italy (Cirio, Valfrutta, Yoga, Derby Blue e Jolly Colombani), il Gruppo cooperativo è presente al padiglione 5 – stand H008.

Alimentazione, ecco come il cibo può aiutare a contrastare i cambiamenti climatici

Ci presentiamo al Cibus – dichiara il direttore generale di Conserve Italia, Pier Paolo Rosetti – con le novità di prodotto messe in campo nell’ultimo periodo a testimonianza del impegno nell’innovazione, per intercettare le nuove tendenze del mercato e fornire risposte ai consumatori”.

 


“Rispettiamo la natura riducendo l’impatto ambientale dei nostri processi produttivi ed evitando ogni anno 19 mila tonnellate di CO2 – precisa Rosetti – valorizziamo le produzioni di oltre 14 mila soci agricoltori italiani che coltivano frutta, pomodoro, legumi e mais dolce; e vendiamo le nostre 3.500 referenze in 80 Paesi in tutto il mondo“.

L’alimentazione in tempo di Coronavirus: fondamentale mantenere un buono stato di salute

Tante le novità che verranno presentate: dalla bevanda a base di frutta, vitamine e zinco che aiuta il sistema immunitario, alla linea dei succhi senza zuccheri aggiunti e in bottiglia con il 50% di plastica riciclata, dalla soia edamame italiana alle novità regionali del pomodoro come le vellutate di datterini di Sicilia o i ciliegini di Puglia, fino alle pesche in pezzi che tramite un QR Code in etichetta raccontano la storia del produttore che le ha coltivate.

 


“L’innovazione di prodotto è la grande sfida – aggiunge Andrea Colombo, direttore commerciale retail Italia del Gruppo cooperativo – Origine, tracciabilità, attenzione al benessere delle persone e sostenibilità ambientale, sono alcuni dei principali trend che puntiamo a intercettare con le nostre nuove proposte”.

(Visited 30 times, 1 visits today)

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Teleambiente.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi di teleambiente.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Stefano Zago