RIFIUTI ROMA, ANCORA POCHI GIORNI PER EVITARE IL COLLASSO

Rifiuti Roma. Emergenza rifiuti nella capitale, molti i quartieri stracolmi di spazzatura. Il governo scende in campo dopo giorni di polemiche tra M5S e Pd.

Roma non può permettersi un’emergenza rifiuti come quella che si sta prefigurando ancora una volta. La mia disponibilità a cercare una soluzione non è mai mancata, ma si rischia grosso a dare un colore politico ai rifiuti”, sostiene il ministro dell’Ambiente, Gian Luca Galletti. Renzi: “Su questo tema non si scherza. Fatela finita e pulite la città: se serve noi siamo pronti a dare un mano”.

I vertici dell’Ama preferiscono portare una parte delle 4.600 tonnellate prodotte a Roma in Abruzzo rispetto a quella dell’Emilia-Romagna e non solo per motivi di vicinanza geografica. Infatti, le tariffe sarebbero più alte rispetto a quelle abruzzesi stabilite dalla giunta di Luciano D’Alfonso, Pd, come rivela Pinuccia Montanari, assessore alla Sostenibilità ambientale del Comune di Roma: “Dall’Emilia vogliono 200 euro a tonnellata, ma un prezzo intorno ai 150 euro può essere buono. Noi a differenza di Renzi e del Pd non facciamo campagna elettorale. C’è il sospetto che qualcuno voglia speculare, politicamente ed economicamente, con tariffe fuori mercato”.

Il governatore abruzzese Luciano D’Alfonso in una lettera rivolta al sindaco di Roma afferma: “La Capitale voti subito un pianto anti emergenza vera. Altrumenti non aspettatevi una mano da noi”.

La giunta Raggi accusa la Regione Lazio e Nicola Zingaretti (Pd) replica: “Aiuteremo la Capitale, ma basta bugie e arroganza dal Campidoglio”.

In ogni caso entro cinque giorni il sistema degli impianti cittadini rischia di collassare, come affermano gli esperti della Regione Lazio e fonti qualificate dell’Ama. Nonostante le tariffe in Emilia siano più alte, è anche vero che il servizio è completo, e la spazzatura è smaltita anche dagli inceneritori. Mentre in Abruzzo sarebbe solo trattata e servirebbero altri 40-50 euro a tonnellata per spedirla nelle discariche di Emilia, Molise e Toscana.

In attesa di una risposta definitiva dall’Abruzzo il governatore D’Alfonso dichiara che potrà accogliera la Massimo alter 60mila tonnelate di rifiuti, ma il Campidoglio deve prima far sapere di quanto aiuto ha bisogno e per quanto tempo.

(Visited 90 times, 1 visits today)

Leggi anche

Call Now ButtonDiventa Green!