Attualità

RIFIUTI, INCENDIO IN UNA DISCARICA A CREMONA. VIGILI DEL FUOCO NON HANNO TROVATO ALCUN INNESCO

Condividi

Rifiuti. Nuovo incendio in una discarica.

Le fiamme questa volta hanno interessato il settore plastiche della piastra ecologica di San Rocco, alla periferia di Cremona, dove vengono smaltite varie tipologie di rifiuti.

L’allarme è stato lanciato dalla polizia locale e l’immediato intervento di due squadre di vigili del fuoco ha permesso di domare le fiamme dopo solo un’ora di lavoro.

Durante il rogo, si è alzata una colonna di fumo visibile anche a notevole distanza.

Al vaglio degli investigatori, le cause dell’incendio.

I vigili del fuoco hanno infatti passato al setaccio l’intero perimetro della discarica senza trovare alcun innesco.

In giornata, la riunione del gestore, Linea Gestioni.

L’amministrazione, in attesa dei risultati di Arpa,  ha ricevuto le richieste di informazioni e chiarimento da parte dei Comuni limitrofi, preoccupati della  nube nera che trasportata dal vento è passata sopra Cremona per poi muoversi verso est.

Guardia altissima sull’incendio anche da parte della Regione.

Due i fronti di massima attenzione: l’ipotesi inquinamento e l’origine del rogo.

Se sulle cause del rogo potrebbe essere decisiva la visione delle immagini registrate dalle telecamere di sorveglianza, a livello ambientale, sono chiare le emissioni inquinanti che si sono sprigionate con l’incendio delle materie plastiche.

Di quale tipo e con quale intensità, saranno i rilievi di Arpa a stabilirlo.

Una nota positiva, il fatto che il rogo sia durato meno di 40 minuti.

(Visited 88 times, 1 visits today)

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Teleambiente.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi di teleambiente.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Stefano Zago