Home Clima IPCC, prossimo report con nuovi modelli del ghiaccio per valutare possibili scenari...

IPCC, prossimo report con nuovi modelli del ghiaccio per valutare possibili scenari per il pianeta

Uno studio ha valutato i nuovi modelli di simulazioni del ghiaccio marino antartico, registrando un netto miglioramento rispetto alla generazione precedenti. Questi modelli servono a valutare i possibili scenari a cui il pianeta andrà incontro.

Lo studio dei modelli climatici è complesso e necessità di enormi sforzi di cooperazione e collaborazione. I modelli si affidano a degli input per creare delle simulazioni di come possa diventare il pianeta in futuro ed a volte possono essere così grandi che sono necessari giorni o settimane per avviarli. Costruire questi modelli può essere difficile ma farlo correttamente è fondamentale per vedere l’effetto dei cambiamenti climatici e quello che è possibile fare a riguardo.

Clima, l’Antartide sta diventando verde a causa dei cambiamenti climatici

Uno studio su Geophysical Research Letters ha valutato 40 modelli climatici che si concentrano sul ghiaccio marino in Antartide. Lo studio è stato prodotto per far parte del prossimo report Intergovernmental Panel on Climate Change del 2021. Tutti i modelli di base prevedono una diminuzione del ghiaccio marino nel corso del XXI° secolo ma la differenza si basa sui vari scenari delle emissioni possibili. Questi modelli sono conosciuti come modelli climatici accoppiati, perché includono modelli atmosferici, oceanici, terresti e del ghiaccio marino. Lo studio è tra i primi a considerare il ghiaccio marino dell’Antartide nei nuovi modelli climatici; le informazioni riguardo ad esso sono poche, in particolare rispetto a quello dell’Artide.

Antartide, rilevata la presenza di microplastiche anche nel ghiaccio marino

La parte gelata del nostro pianeta, conosciuta come criosfera, ha un enorme ruolo nel regolare il clima a livello globale; migliorando la simulazione dei modelli di ghiaccio marino gli scienziati possono aumentare la loro comprensione del sistema climatico globale e del suo cambiamento nel corso del tempo. Inoltre modelli migliori possono far luce sulle dinamiche in gioco nell’Oceano antartico. “Sono veramente affascinata dal ghiaccio marino antartico, con il quale i modelli hanno faticato maggiormente rispetto a quello artico” ha spiegato Lettie Roach dell’Università di WashingtonNon molte persone vivono vicino l’Antartide e non ci sono molte misurazioni a riguardo, il che rende difficile comprendere i recenti cambiamenti del ghiaccio marino che abbiamo visto tramite i satelliti. Questo progetto è nato da alcuni gruppi di lavoro incentrati sul clima polare ma nei quali nessuno trattava il ghiaccio marino dell’Antartide. Ho alzato la mano e ho detto che l’avrei fatto io. Questa opportunità mi ha spinto a fare qualcosa di divertente e devo ringraziare i miei collaboratori di tutte le istituzioni per il successo di questo progetto”.

Clima, l’Antartide una volta era coperto da paludi e foreste pluviali VIDEO

La precedente generazione di modelli è stata rilasciata nel 2012. Abbiamo dato uno sguardo ai nuovi modelli rilasciati e abbiamo visto un miglioramento nel complessivo. Le nuove simulazioni si confrontano meglio con le osservazioni che abbiamo visto fin’ora. Vi è un irrigidimento tra questa generazione di modelli e la precedente, e questa è un’ottima notizia”.

Articolo precedenteBrasile, l’amministrazione Bolsonaro è stata citata in giudizio per le sue politiche ambientali
Articolo successivoRoma, protesta degli abitanti di Piazza Vittorio: “Ridateci il verde”