Breaking News

INTER-BENEVENTO: PROBABILI FORMAZIONI. DIRETTA TV STREAMING

Condividi

Milano. Dopo il ko di Genova, l’Inter vuole assolutamente tornare alla vittoria per non perdere punti dalla zona Champions. Nell’anticipo delle 20.45 di questa sera i nerazzurri ospiteranno a San Siro il Benevento, galvanizzato dalla vittoria casalinga sul Crotone nello scontro salvezza della giornata scorsa. L’arbitro della gara sarà il Sig. Pairetto di Nichelino.

Il tecnico Spalletti dovrà fare i conti con gli infortuni di Miranda e Icardi, ancora alle prese con qualche problemino. Sembra recuperato invece Ivan Perisic che giocherà dal primo minuto. Candreva dovrebbe partire dalla panchina per far spazio al giovane Karamoh. Nel Benevento tornerà Cataldi dal primo minuto al posto dell’acciaccato Guilherme. In difesa Sagna potrebbe partire titolare.

20.45 Inter – Benevento ( diretta tv Sky e Mediaset Premium)

CLICCA SUL LINK PER SAPERNE DI PIU’ SULLO STREAMING:

https://www.teleambiente.it/streaming-senza-pagare/

INTER (4-2-3-1): Handanovic; Cancelo, Skriniar, Ranocchia, D’Ambrosio; Rafinha, Vecino; Karamoh, Borja Valero, Perisic; Eder; All.: Spalletti.

BENEVENTO (4-3-3): Puggioni; Sagna, Djimsiti, Tosca, Letizia; Sandro, Viola, Cataldi; Djuricic, Coda, Brignola; All.: De Zerbi.

(Visited 163 times, 1 visits today)

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Teleambiente.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi di teleambiente.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Stefano Zago