Home Attualità Green Pass obbligatorio, oggi a Roma sit in di protesta nel giorno...

Green Pass obbligatorio, oggi a Roma sit in di protesta nel giorno di entrata in vigore

Sono diverse migliaia le persone al Circo Massimo per il primo sit-in di protesta contro il Green Pass obbligatorio per i lavoratori pubblici e privati nel giorno della sua entrata in vigore.

Sono diverse migliaia le persone al Circo Massimo per il primo sit-in di protesta contro il Green Pass obbligatorio per i lavoratori pubblici e privati nel giorno della sua entrata in vigore.

Per dimostrare di essere una piazza pacifica, alcuni manifestanti hanno regalato dei fiori alle centinaia di agenti presenti alla manifestazione per presidiare le sedi delle istituzioni.
Qualche provocazione però non è mancata, soprattutto nei confronti dei giornalisti definiti “servi e venduti”. L’attenzione è alta in tutta la città dove si temono manifestazioni non autorizzate e violente.

Intanto già questo pomeriggio intorno all’ora di pranzo un gruppo di giovani ha sfilato a San Lorenzo contro il Green Pass. In mattinata una ventina di anarchici avevano bloccato temporaneamente il traffico a porta Maggiore. E sempre questa mattina poche decine di persone erano intervenute sotto la sede della Regione Lazio per esprimere solidarietà agli ex 5 Stelle Barillari e Cunial che da ieri notte (per eludere i controlli) sono barricati in un ufficio.

 

Pochi minuti fa Cunial e Barillari sono intervenuti telefonicamente alla manifestazione del Circo Massimo per esprimere solidarietà a chi manifesta contro quello che Barillari ha definito “uno schifoso lasciapassare”.

Occhi puntati su Piazza Santi Apostoli a Roma dove venerdì è previsto il primo sit-in di protesta contro il Green Pass dopo la manifestazione di sabato scorso e l’assalto di militanti di Forza Nuova e altri estremisti alla sede della Cgil.

Oltre alla manifestazione No Green Pass di venerdì e ai comizi finali dei due candidati al ballottaggio Gualtieri e Michetti, nel primo giorno di Certificazione Verde obbligatoria non si escludono azioni dimostrative a Roma come nel resto del Paese.

 

Roma, manifestazione nazionale e antifascista. Bianchi e Cardente: “Saremo in piazza al fianco della CGIL”

Oltre alla manifestazione No Green Pass di venerdì e ai comizi finali dei due candidati al ballottaggio Gualtieri e Michetti, nel primo giorno di Certificazione Verde obbligatoria non si escludono azioni dimostrative a Roma come nel resto del Paese.

Ma sarà sabato il giorno in cui l’attenzione sarà maggiore. È previsto per le 14, infatti, in piazza San Giovanni il raduno organizzato da Cgil, Cisl e Uil in segno di solidarietà dopo l’assalto alla sede del sindacato di Corso d’Italia e al quale è prevista la partecipazione di migliaia di persone.

Scontri a Roma, denunciato il poliziotto in borghese che aveva preso a calci e pugni un manifestante

Sulle chat dei No Green Pass c’è chi pensa all’organizzazione di manifestazioni alternative proprio nelle ore in cui i sindacati scenderanno in piazza. Richieste ufficiali alla questura non sono arrivate ma si teme che personaggi vicini all’estrema destra possano tentare di disturbare la manifestazione di piazza San Giovanni.

Articolo precedenteTakeve, arriva il delivery al femminile: 15 rider in bici elettrica nei quartieri romani
Articolo successivoDelianuova, Carabinieri trovano oltre 200 ghiri in un congelatore. Erano confezionati in pacchetti