AnimaliAttualità

Delianuova, Carabinieri trovano oltre 200 ghiri in un congelatore. Erano confezionati in pacchetti

Condividi

Delianuova. Oltre 200 ghiri rinvenuti nel congelatore, confezionati in pacchetti. Tre arresti per produzione di stupefacenti e cattura di animali di specie protetta.

A Delianuova, i Carabinieri hanno arrestato tre persone per produzione di sostanze stupefacenti e uccisione o cattura di specie animali protette, a seguito di ordinanze di custodia cautelare in carcere emesse nei loro confronti dall’Autorità Giudiziaria.

Green Pass obbligatorio, oggi a Roma sit in di protesta nel giorno di entrata in vigore

Nello specifico, risale ad alcune settimane il rinvenimento da parte dei militari della Stazione di Delianuova e dello Squadrone Cacciatori “Calabria” di una piantagione di marijuana di circa 730 piante in terreno comunale, a seguito del quale sono poi state avviate le indagini dai carabinieri che, grazie a diversi riscontri e accertamenti, hanno permesso di individuare i tre responsabili coinvolti nella produzione delle piante di cannabis, destinatari dell’odierno provvedimento cautelare.

Takeve, arriva il delivery al femminile: 15 rider in bici elettrica nei quartieri romani

 In tale quadro, a seguito delle operazioni di perquisizioni eseguite dai militari dell’Arma, presso i domicili e le proprietà o attinenze dei medesimi, presso un’abitazione, sono stati inoltre rinvenuti diversi esemplari di ghiri, considerati animali di specie protetta, tenuti in gabbia e un’altra ingente quantità, circa 235, congelati e confezionati in oltre 50 pacchetti, destinati verosimilmente alla vendita o al consumo.

(Visited 978 times, 1 visits today)

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Teleambiente.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi di teleambiente.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Stefano Zago