AttualitàClima

Cambiamenti climatici, lo spot di Greta Thunberg e i FFF: “Solo l’1% può andare su Marte, il resto rimarrà sulla Terra”

Condividi

Se non sei abbastanza ricco per fuggire su Marte, faresti meglio ad affrontare il cambiamento climatico sulla Terra adesso. Questo è il messaggio alla base dello spot satirico “1%” del movimento ambientalista Fridays for Future fondato da Greta Thunberg.

Mentre il Rover Perseverance della NASA si prepara ad arrivare su Marte proprio questo venerdì, 18 febbraio,  i Friday For Future USA  lanciano uno spot ironico dal titolo “1%”, l’annuncio di un viaggio per Marte mettendo in evidenza il fatto che il 99% della popolazione mondiale non avrà il lusso di lasciare la Terra e gli effetti del cambiamento climatico alle spalle.

Il Rover Perseverance della NASA si unirà all’Orbiter Hope degli Emirati Arabi Uniti e all’Orbiter cinese Tianwen-1 e al Duo rover proprio oggi. Sebbene queste missioni siano senza equipaggio, si pensa che presto le persone potrebbero mettere piede sul pianeta rosso. Elon Musk è “altamente fiducioso” che SpaceX farà atterrare gli esseri umani su Marte entro il 2026.

Elon Musk lancia la sfida: 100mln di dollari a chi trova un sistema per intrappolare il carbonio

Sviluppato con l’agenzia pubblicitaria di Los Angeles FRED & FARID, “1%” entusiasma gli spettatori sulla prospettiva di scappare su Marte. Promette un luogo dove “non c’è guerra, nessuna criminalità, nessuna pandemia e nessun inquinamento” prima di colpire gli spettatori con la verità e un invito all’azione che arriva con la frase: “E per il 99% degli esseri umani che rimarranno sulla Terra, faremmo meglio a risolvere il cambiamento climatico“.

India, bruciata una foto di Greta Thunberg dopo il suo tweet a sostegno degli agricoltori

“Il nostro obiettivo era creare un film in un genere retro-futuristico e propagandistico che fosse sia provocatorio che di impatto“, afferma FRED & FARID Los Angeles. “Volevamo mettere in evidenza le assurdità pure“, dice un portavoce della FFF.

“I programmi spaziali finanziati dal governo e l’1% ultra ricco del mondo sono focalizzati sul laser su Marte (il Perseverance Rover della NASA da solo è costato 2,7 miliardi di dollari per sviluppo, lancio, operazioni e analisi)  e tuttavia, la maggior parte degli umani non avrà mai la possibilità di visitarla o vivere su Marte. Ciò non è dovuto alla mancanza di risorse, ma al fatto che i nostri sistemi globali non si preoccupano di noi e rifiutano di intraprendere un’azione equa”.

Greta Thunberg: “Come il virus, il clima un’altra emergenza”.

Greta e il suo movimento evidenziano le criticità del progetto Marte facendo notare anche come vengono considerate altre le priorità piuttosto che preoccuparsi di costruire un mondo più vivibile.

(Visited 99 times, 1 visits today)

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Teleambiente.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi di teleambiente.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Stefano Zago