Breaking News

CIOCCOLATO A RISCHIO DI ESTINZIONE, ALLARME PER I GOLOSI

Condividi

Befana cioccolato. Per tutti gli amanti del cioccolato, protagonista indiscusso della calza della Befana, arrivano cattive notizie: la pianta del cacao potrebbe estinguersi.

Secondo gli esperti la causa principale è legata ai cambiamenti climatici che stanno ostacolando sempre di più la crescita delle piante di cacao. Queste piante necessitano di un terreno e di un’umidità compresa tra il 70 e il 100%. Costa d’Avorio e Ghana, da dove arriva oltre il 50% di tutto il cacao che si consuma nel mondo, sono minacciate dalle temperature più calde e dalle condizioni atmosferiche più secche. Alcuni indicano il 2050 come anno per l’ultimo raccolto, a causa delle estreme condizioni meteorologiche.

Ma i ricercatori dell’Università della California stanno collaborando con la Mars Company per cercare di salvare le colture prima che sia troppo tardi. Il team di Myeong-Je Cho, direttore del dipartimento di genomica vegetale, sta creando alcune modifiche nel dna di alcune varietà di cacao fortificate con l’immissione di geni CRISP che consentono di resistere ed adattarsi alle nuove sfide climatiche

Una ricerca per la quale la Mars Company ha investito 1 miliardo di dollari, aderendo al progetto “Sostenibilità in una generazione”, con l’obiettivo di ridurre l’impronta di carbonio delle sue attività di oltre il 60% entro il 2050. Se questa tecnica dovesse funzionare, molte industrie della ciocccolateria avranno salve le loro materie prime per il futuro ed eviteranno di spendere soldi e sforzi per delocalizzare.

Altri produttori invece, tra cui i grandi nomi del cioccolato italiano, Amedei, Tessieri e Domori, guardano ad altri territori di approvvigionamento, per produzioni di numeri più piccoli ma maggiore qualità.

Da una parte una ricerca che ha come scommessa il futuro del cioccolato, dall’altra chi cerca di salvaguardare i piccoli produttori e la biodiversità. Per chi non può farne a meno sarà il caso di fare delle scorte oppure è bene iniziare a riflettere sulle conseguenze del cambiamento climatico anche in questo settore? E voi ci avreste mai pensato all’estinzione del cioccalto? La natura ci sta dicendo qualcosa.

(Visited 210 times, 1 visits today)

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Teleambiente.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi di teleambiente.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Stefano Zago