Dopo il caldo folle registrato a capodanno negli Stati Uniti, dall’Alaska al Texas, il clima impazzito ha portato in 48 ore a ricoprire il paese di neve.

Da New York al Texas, dall’Alaska a Washington, quasi tutti gli Stati Uniti stanno affrontando situazione climatiche al limite della schizofrenia.

Clima impazzito, a Cortina fa troppo caldo e la neve arriva con gli elicotteri

Dopo l’ondata di caldo che ha colpito l’Alaska e il Texas adesso un’improvvisa corrente gelida ha spazzato via il calore portando freddo e abbondanti nevicate.

 


Nella giornata di lunedì 3 gennaio Washington DC ha ricevuto la maggior quantità di neve in un giorno dal 2016: in sole 24 ore sono caduti 21,5 cm di neve fresca. Ad Atlantic City sono caduti oltre 24 centimetri di neve fresca.

Clima, il 2021 nella top ten tra gli anni più caldi dal 1800

New York le temperature sono passate da 15 gradi (massima del 2 gennaio) a soli 3 gradi (massima del 4 gennaio). All’aeroporto di Philadelphia si è passati da 17 a 4 gradi; ad Atlantic City da 17 a 3. A Washington DC la temperatura da 17 gradi è scesa a 6. Più a sud, all’aeroporto di Richmond, capitale dello stato della Virginia, si è passati da 21,7 gradi a quasi 9 gradi il giorno seguente.

 


Molti i danni, e si contano  anche due vittime: due bimbi sono stati uccisi nelle loro case a causa della caduta di alberi. Migliaia di persone sono rimaste senza elettricità. Secondo il sito PowerOutage.US. più di mezzo milione di persone è rimasto senza elettricità negli stati della costa est, di questi 350 mila solo in Virginia.

Articolo precedenteAnimali, il miracolo di Natale: famiglia salva un branco di alci da un lago ghiacciato
Articolo successivoEpifania a Roma, tutti gli eventi in programma in città