Cultura

SAGRE, TUTTI GLI APPUNTAMENTI DEL WEEKEND. POLENTA, SALUMI E DOLCI. 20 E 21 GENNAIO

Condividi

Di Valeria Franceschini. Sagre weekend. Siete stanchi di passare il fine settimana sul divano o davanti alla tv? Un week end alternativo è possibile! Se avete voglia di passare una giornata in allegria fra tombolate, feste e piccoli spettacoli …Una sagra è esattamente quello che fa per voi!

Riscopri un po’ del folklore del nostro paese, assaggiando cibi prelibati ma allo stesso tempo semplici (come, ad esempio, il Broccolo di Fiolaro, tipico prodotto italiano che persino Michelle Obama aveva voluto all’interno del suo orto personale alla casa bianca).

Ecco, solo per voi, una piccola selezione di tutte le migliori sagre presenti sul territorio italiano,che potrete visitare da venerdì 18 fino a domenica 20 Gennaio.

I CANUNSEI DE SANT’ANTONE – Castelcovati (Brescia)

Fra spettacoli teatrali, tombolate e svariate iniziative per i più piccoli e sopratutto in onore dei festeggiamenti del santo patrono del comune bresciano sarà possibile degustare i casoncelli, deliziosi ravioli locali in tutti i ristoranti che aderiranno all’iniziativa. Se state cercando un’occasione per assaggiare del buon cibo e respirare un po’ del clima campagnolo fra riti religiosi ma anche molto altro questa è la sagra per fa per voi.

SAGRA DEL BROCCOLO FIOLARO – Creazzo (Vicenza)

E’ arrivata alla sua 19° edizione la sagra del prodotto De.C.O. più rappresentativo del luogo, il Broccolo Fiolaro la cui fama si è diffusa negli anni fino al Giappone e in America, ma nonostante ciò ugualmente considerato il “cibo dei poveri” . L’evento ci propone, fra stand gastronomici di prodotti tipici, dove sarà possibile assaggiare il rinomato ortaggio in tutte le sue forme , anche spettacoli musicali, cabaret e artisti di strada.

Per altre informazioni visitare il sito : www.ilbroccolofiolaro.it

MOSTRA DEL RADICCHIO ROSSO DI TREVISO IGP TARDIVO – Zero Branco (Vicenza)

Un viaggio alla scoperta del “Fiore dell’inverno” dalle tipiche foglie violacee e dal sapore caratteristico che ci mostrerà i processi di lavorazione del famoso prodotto lgp dalla semina alla produzione e in fine alla tavola. Fino al 21 Gennaio sarà possibile assaggiare il radicchio rosso di Treviso in tutte le sue forme e in tutte le ricette, dai primi fino ai dolci, tutto questo senza dimenticare la storia e il lavoro degli uomini che hanno portato a rendere oggi questo prodotto tanto apprezzato.

BAGNA CAUDA A MONALE – Monale (Asti)

Non soltanto per questo week end ma fino a domenica 29, si potrà assaggiare la tipica salsa piemontese preparata con acciughe, olio e aglio, utilizzata come intingolo per le verdure fresche, cotte o crude, ma non solo, potrete assaporare anche affettati e altre specialità del luogo,il tutto immersi in un uno splendido borgo medievale. E’ in oltre possibile, su ordinazione, avere una versione senza aglio della bagna couda se lo si desidera.

FESTA DE BAGOIN MA LA TÒRA – San Mauro Pascoli (Forlì Cesena)

In occasione della “smettitura” del maiale, ovvero l’inizio della produzione di salumi e insaccati. Un intero week end all’insegna della celebrazione dei prodotti di origine suina fra affettati di vario genere e un viaggio alla scoperta della loro produzione. Balli e canti assicurati nella serata del 19 Gennaio e nalla mattinata del 20 e 21 Gennaio.

BACCO A PALAZZO – Ferrara

Se siete amanti del buon bere questo è l’evento per fa per voi. Sabato 20 e domenica 21 sarà possibile degustare e anche acquistare vini pregiati provenienti da tutta Italia. Sarà possibile anche seguire delle degustazioni guidate, il tutto incorniciato da l’ambientazione elegante e sofisticato delle sale di Palazzo Poverella e Palazzo Crema. Info su: www.baccoapalazzo.com

SAGRA DEL SABADONE – Massa Lombarda (Ravenna)

In occasione del santo patrono della città, San Paolo, arriva la sagra del sabadone, dolce tipico della cittadina del ravennate che prende il nome dal “Saba”, una crema prodotta dal distillato del mosto d’uva ottenuto da una bollitura prolungata. Questo dolcissimo ripieno unito alla farina di castagne alla mostarda e alla frutta secca da forma a questo fantastico dolce. E se questo non fosse bastato a convincervi saranno serviti a tutti coloro che lo desiderano anche polenta e piadine farcite.

SAGRA DELLA POLENTA

E per tutti gli amanti della polenta invece vi proponiamo un doppio appuntamento con le sagre di San Sebastiano e di Sermonta entrambe il 21 gennaio.

Sagra di San Sebastiano

In onore della tradizione popolare ciociara e delle antiche ricette di nonni e bisnonni verrà preparata la rinomata “polenta col le salsicce” tipica della cultura popolare del luogo. L’evento inizierà alle 8:30 del 21 Gennaio a Villa Santo Stefano, con la cottura della polenta che già dalle 12:30 sarà possibile assaggiare accompagnata da un buon vino locale e tanta allegria.

Per maggiori informazioni: https://www.teleambiente.it/sagra-della-polenta-21-gennaio-2018-festa-san-sebastiano-tra-cibo-e-tradizione/

Sagra di Sermonta

Anche la provincia di Latina rende omaggio al sapore unico della polenta, esattamente in zona Fuori Porta. Il programma dell’evento prevede una mattinata dedicata alla celebrazione della religione ma anche della musica con la messa in onore di Sant’Antonio Abate ma già dalle 12:30 sarà possibile assaggiare la famosa polenta accompagnata da ragù e salsiccia e dare inizio alla festa, che avrà il suo culmine con lo spettacolo alle 15 degli Sbandieratori Ducato Caetani di Sermoneta.

Per maggiori informazioni: https://www.teleambiente.it/sagra-della-polenta-sermoneta-festa-tradizioni-nel-borgo-laziale/

Il divertimento vi aspetta e c’è solo l’imbarazzo della scelta!

(Visited 295 times, 1 visits today)

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Teleambiente.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi di teleambiente.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Stefano Zago