Home Roma Pini di Roma, il progetto “Coccinella libera tutti” per salvarli dall’insetto che...

Pini di Roma, il progetto “Coccinella libera tutti” per salvarli dall’insetto che li sta distruggendo

“Il nostro è un tentativo di riconoscere alla natura le sue capacità di equilibrio”. Il progetto “Coccinella libera tutti” ha come obiettivo quello di combattere il parassita che sta uccidendo i pini di Roma tramite la liberazione di coccinelle. Intervista a Massimo Proietti Rocchi, promotore del progetto.

Coccinella libera tutti è un progetto di lotta biologica, tramite la liberazione di coccinelle specifiche, per salvare i pini di Roma,  promosso da diversi comitati e associazioni del territorio: Amici di Villa Leopardi, Comitato Don Minzoni, Amici dei Pini di Roma, Parco Mario Riva Onlus, Comitato Via Mascagni, Aurelio Volontari Decoro Tredicesimo, Comitato Catalani Vessella.

“Un’iniziativa che non vuole essere antagonista di nessuno. Ma noi siamo in questa situazione per un utilizzo del chimico che si è protratto negli anni. – ci spiega Massimo Proietti Rocchi, promotore del progetto e  presidente dell’associazione Amici di Villa Leopardi.Il nostro è un tentativo di riconoscere alla natura le sue capacità di equilibrio e ammettere che l’uomo sconvolge questo equilibrio, e l’ha fatto per troppi anni“. 

INTERVISTA COMPLETA A MASSIMO PROIETTI ROCCHI

Il progetto nasce dall’esigenza di trovare una soluzione, sostenibile per l’ambiente, per tutelare il nostro patrimonio verde messo a rischio dalla presenza, sempre più aggressiva e in costante crescita negli ultimi anni, di diversi parassiti quali la cocciniglia cotonosa e la toumeyella parviconis. Ad oggi l’80% dei pini della Capitale sono stati colpiti da questo insetto che li sta devastando. Per questo motivo va fermato.

Salviamo i Pini di Roma! Il Mipaaf ha trasmesso lo schema di decreto per il contrasto della cocciniglia tartaruga

La Cryptolaemus Montrouzieri si nutre di cocciniglie cotonose (pseudococcidi), per questo viene utilizzata da molto tempo in tutto il mondo nei programmi di difesa biologica di diverse tipologie di alberi, agrumi e vite, mentre la Exochomus quadripustulatus si nutre della Toumeyella Parvicornis, nota anche come cocciniglia tartaruga, che sta contribuendo al declino e alla mortalità dei pini, alberi simbolo della Capitale.

Le coccinelle saranno posizionate, a cadenza mensile, su alberi che non hanno ricevuto trattamenti di altro tipo, identificati dalle organizzazioni promotrici del progetto.

Roma, salviamo i pini della Capitale! L’80% colpiti dall’insetto cocciniglia tartaruga

Con una donazione contribuirai ad acquistare due tipologie di coccinelle – la Cryptolaemus Montrouzieri e la Exochomus quadripustulatus – che saranno liberate in diversi parchi e aree verdi di Roma curate da gruppi di cittadini organizzati.