AttualitàClima

Pantelleria, una violenta tromba d’aria si abbatte sull’isola. Due vittime e nove feriti

Condividi

Una violenta tromba d’aria si è abbattuta venerdì sera sull’isola di Pantelleria, in contrada Campobello, causando due morti e nove feriti. Purtroppo, le pessime condizioni meteo non hanno consentito nella notte, il trasferimento a Palermo dei feriti gravi che, secondo la Protezione Civile, sono quattro.

Nell’ospedale dell’isola, Bernardo Nagar, sono ricoverati altri 8 feriti e un paziente con una frattura vertebrale è stato trasportato in mattinata in elisoccorso

Le salme delle due vittime, Giovanni Errera e Francesco Valenza, sono state trasferite durante la notte presso la camera mortuaria dell’ospedale.

“Tornavamo al paese dopo un bagno al Lago di Venere, come tutti i pomeriggio nella nostra vacanza” – racconta Domenico Caluori, 73 anni, medico in pensione a Pantelleria insieme alla moglie, che ieri pomeriggio si è ritrovato faccia a faccia con la tromba d’aria.

 

“Siamo salvi grazie alla cintura di sicurezza dell’auto. All’improvviso ci siamo ritrovati in aria, poi l’auto è scesa dal resto atterrando su un pianoro di pietra lavica. Ce la siamo vista davvero brutta. Mai visto nulla di simile”.

Ora, si contano i danni e si cercano eventuali dispersi (che al momento sembrano non esserci).

Taranto, i genitori scrivono al governo e allegano 60 foto dei veleni dell’ex Ilva

Già da ieri sera, nonostante il buio, si è cercato di individuare le auto spazzate via dalla tromba d’aria e di risalire ai vari proprietari.

Una vettura è stata trovata all’interno di un’abitazione in contrada Campobello, dove è avvenuto il disastro.

 

Sul posto, nonostante il clima il maltempo ed il forte vento, è arrivata una squadra di sei Vigili del Fuoco del gruppo Urban Search and Rescue (Usar), specializzati per il soccorso in scenari catastrofici e nella ricerca delle persone scomparse.

Tra i sei pompieri, anche alcuni componenti del nucleo Saf (Speleo alpino fluviale).

Al lavoro anche i Carabinieri ed i volontari della Protezione Civile.

Fino a ieri sera, le case danneggiate (i caratteristici Dammusi di origine araba) erano quattro, ma solo i sopralluoghi di questa mattina potranno fare un bilancio definitivo.

“Esprimiamo a nome di tutto il consiglio comunale – dichiara il Presidente del Consiglio Comunale, Erik Valliniil più profondo dolore per questa assurda tragedia che ha colpito la nostra comunità. Ci stringiamo con un grande abbraccio alle famiglie e a coloro che in questo momento sono in un letto d’ospedale. Un sincero ringraziamento a tutti coloro che in queste ore si sono prodigati a prestare i soccorsi”.

Per oggi, il Sindaco Vincenzo Campo ha proclamato il lutto cittadino.

 

Clima, nel 2021 in Europa l’estate più calda degli ultimi 30 anni

Chi erano le due vittime:

Giovanni Errera, 47 anni era un Vigile del Fuoco presso il distaccamento dell’Isola. Al momento della tragedia era fuori servizio, a bordo del suo fuoristrada.

Francesco Valenza, 86 anni era un pensionato.

Entrambi stavano viaggiando sulla strada costiera di Contrada Campobello quando si sono trovati faccia a faccia con la tromba d’aria.

(Visited 17 times, 1 visits today)

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Teleambiente.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi di teleambiente.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Stefano Zago