Politica

M5S, DI MAIO RIUNISCE I NEOELETTI: ANDIAMO AL GOVERNO, DEVONO PASSARE DA NOI

Condividi

M5S, Di Maio riunisce i neoeletti: “andiamo al Governo, devono passare da noi”. È iniziata intorno all’ora di pranzo la prima riunione delle assemblee dei nuovi eletti del MoVimento 5 Stelle all’Hotel Parco dei Principi di Roma.

Due diverse: una per i 112 senatori e l’altra per i 222 deputati, anche se ad entrambe ha preso parte il leader politico Luigi Di Maio.

“Oggi – esordisce Di Maio – è una giornata dedicata a tutti noi portavoce M5s di Camera e Senato. Siamo una lampadina gialla che illuminerà il Parlamento con gli interessi e le esigenze dei cittadini”.

Andiamo al governo, devono per forza passare da noi” – afferma Di Maio – dovete fidarvi di me”.

Un primo incontro “organizzativo”, l’ha definito Giulia Grillo, deputata del Movimento.

Ai neo eletti 5 Stelle, sono state spiegate le procedure e regole della vita parlamentare ma, secondo quanto si apprende, si è invitato anche alla prudenza nell’uso dei social network e alla stampa.

“Gli diremo di non parlare proprio con i giornalisti! – ironizza Alberto Airola – Scherzi a parte capiranno anche loro con il tempo quali sono i giornalisti per bene e quali no…”.

Un primo risultato, come si era annunciato, sono state le nomine di Giulia Grillo e di Danilo Toninelli, rispettivamente Capogruppo alla Camera ed al Senato.

Entrambi, resteranno in carica per 18 mesi, e non più 3 mesi come nella scorsa legislatura.

“È sacrosanto l’appello del presidente della Repubblica a tutte le forze politiche – spiega la capogruppo Grillo, che poi sottolinea come per il MoVimento 5 Stelle “la cosa più importante è l’interesse dei cittadini“.
“L’obiettivo è uno: garantire felicità e un’alta qualità della vita agli italiani – scrive su Facebook Luigi Di Maio, che poi definisce il Def (Documento di Economia e Finanza) “la prima occasione per incidere, con le proposte del Movimento 5 Stelle , sulla qualità della vita dei cittadini” ma anche il primo provvedimento su cui registrare “le convergenze” di contenuti e proposte di tutto l’arco parlamentare.

Ma a riunire per la prima volta i nuovi eletti è anche la Lega di Matteo Salvini.

“Senza un nuovo governo si torna a votare? Una cosa alla volta. Sicuramente non si fanno pastrocchi” – risponde il leader del Carroccio ai giornalisti e poi spiega: “stiamo
lavorando, entro aprile qualunque sia il governo c’è una manovra economica da preparare. Leggo che Bruxelles vuole nuove tasse, noi presenteremo una manovra alternativa fondata sul contrario: meno tasse”.

“A Bruxelles – spiega ancora Salvini – saranno contenti perchè tutti sono contenti se l’Italia cresce”.

Quanto ad una collaborazione con il M5S, che a sua volta ha annunciato una sua proposta in vista del Def, Salvini risponde: “Non lo so. Ho ben chiaro cosa proporremo noi, sicuramente non il reddito per chi sta a casa. Reddito e’ per chi crea e offre lavoro noi non siamo per l’assistenza ma per la crescita”.

(Visited 73 times, 1 visits today)

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Teleambiente.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi di teleambiente.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Stefano Zago