Il Punto di Peppe

Gianfranco Pagliarulo: “L’ANPI tra passato e futuro”

Condividi

Domenica 17 Gennaio alle 21 e 30 in onda su TeleAmbiente un’ intervista esclusiva al nuovo Presidente nazionale dell’ANPI, Gianfranco Pagliarulo. Si parlerà delle nuove iniziative dell’Associazione Nazionale Partigiani d’Italia, tra cui la presentazione del documentario “1940 – La Catastrofe”, sull’entrata in guerra dell’Italia nella Seconda Guerra Mondiale.

Il neopresidente dell’Associazione Nazionale Partigiani d’Italia, Gianfranco Pagliarulo, ha concesso un’intervista esclusiva a TeleAmbiente, durante la trasmissione Il Punto condotta da Giuseppe Vecchio. Tanti i temi trattati: si parte da un commosso ricordo delle Partigiane che ci hanno lasciato nel 2020, da Aude Pacchioni a Carla Nespoli, per poi passare alla presentazione “1940 – La Catastrofe”, sull’entrata in guerra dell’Italia nella Seconda Guerra Mondiale.

Ma un’ampia parte è stata dedicata anche alle nuove iniziative dell’ANPI, come il Convegno sull’intervento italiano in Jugoslavia nel 1941, ma anche del futuro ruolo dell’ANPI nella scuola, con una serie di incontri tra membri dell’associazione e studenti di medie e licei.

Si conclude con quella che è la parte più importante del nuovo corso dell’ANPI, ovvero la presentazione di una formazione di alternativa antifascista alle forze della destra, formata dai movimenti che si possano legare ad un’ideologia comune, sia del mondo politico che del mondo civile e sociale.

(Visited 25 times, 1 visits today)

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Teleambiente.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi di teleambiente.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Stefano Zago