Territorio

Emissioni, Msc Crociere sarà la prima compagnia a impatto zero di CO2

Condividi

Emissioni. Msc Crociere sarà la prima compagnia crocieristica “carbon neutral”, cioè a impatto zero di CO2.

L’annuncio è arrivato a bordo della nuova ammiraglia, Msc Grandiosa che sarà battezzata nel fine settimana.

“Siamo consapevoli che la tecnologia ambientale marittima attuale, anche la più avanzata – ha detto il presidente esecutivo di Msc Crociere, Pierfrancesco Vago – da sola non sia sufficiente per raggiungere immediatamente l’abbattimento delle emissioni di carbonio, l’ulteriore impegno che assumiamo oggi prevede che a partire dall’1 gennaio 2020 la nostra flotta non fornisca alcun contributo negativo ai cambiamenti climatici“.

Nuova Zelanda, approvata una legge per ridurre a zero le emissioni di carbonio

Oltre alle nuove tecnologie applicate alle navi per renderle sempre più green, nel 2020 le emissioni di diossido di  carbonio delle navi della flotta saranno compensate da progetti per proteggere l’ambiente, dagli oceani alle foreste alle zone costiere, basati sui Blue carbon credits.

“Lavoreremo con i principali e più quotati traders di carbon credits – ha spiegato Vago – per compensare le emissioni di CO2 con il massimo livello di integrità. Vogliamo investire in progetti che forniscano benefici per la comunità, proteggano l’ambiente e supportino gli obiettivi di sviluppo sostenibile delle Nazioni Unite”.

Clima, la promessa di ’emissioni zero’ è davvero possibile?

La compagnia è a lavoro anche per ridurre le emissioni.

“Da quando abbiamo iniziato a costruire le nostre prime navi da crociera nel 2003 – ha aggiunto il presidente Msc – abbiamo sempre dedicato un’attenzione particolare all’innovazione e alla sostenibilità, arrivando a dotarci di una delle flotte più moderne e performanti dal punto di vista ambientale”.

Un impegno a lungo termine che permetterà ad Msc di raggiungere già entro il 2024 una
riduzione del 29% della CO2 per passeggero/chilometro (rispetto al 2008) per arrivare a una riduzione del 40% entro il 2030″.

Fioramonti, il ministro si racconta a Reuters: “Obbligatorio studiare il cambiamento climatico”

Proprio la settimana scorsa, nello stesso giorno in cui la compagnia ha preso in consegna Msc Grandiosa da Chantiers de l’Atlantique, è iniziata la costruzione di Msc Europa, la prima delle 5 nuove navi della compagnia alimentate a gas naturale liquido che entreranno in servizio fra il 2022 e il 2027.

 

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Teleambiente.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi di teleambiente.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Stefano Zago