Cultura

MILANO, DAL TUNNEL. UN PROGETTO CONTRO LA VIOLENZA SULLE DONNE

Condividi

Milano. Dal 5 al 13 dicembre a Milano presso lo Spazio ex Fornace (Alzaia Naviglio Pavese 16) parte il progetto culturale “Dal tunnel”, ideato dall’artista Roberta Stifano.

L’evento si inserisce nell’ambito delle iniziative promosse per la Giornata internazionale contro la violenza sulle donne (25 novembre).

“Dal tunnel” è un progetto ideato per contrastare il fenomeno della violenza psicologica attraverso l’arte. La mostra dell’artista Roberta Stifano sarà inaugurata il 5 dicembre alle 18.30 e aperta ogni giorno fino al 13 dicembre dalle ore 10 a mezzanotte. Si tratta del percorso interiore dell’autrice delle opere seguito da un esperto che evidenzia gli aspetti psicologici ed emotivi vissuti dalla vittima nei vari momenti del “tunnel”.

Sono in programma incontri con testimonianze di violenza, proiezioni video, spettacoli teatrali, momenti di musica e danza. A questo link maggiori informazioni sul programma: Dal tunnel…contro la violenza sulle donne

Un incontro pubblico per parlare del fenomeno della violenza di genere in tutte le sue forme organizzato dall’associazione milanese socio-culturale Circolo Metromondo con il patrocinio del Municipio 6 del Comune di Milano e della Fondazione Cariplo. Media partner dell’evento TeleAmbiente.

L’arte assume il ruolo di strumento contro la violenza sulle donne  per esprimere un disagio e superare il trauma, intraprendendo un percorso di rinascita, concentrando le proprie energie in una passione come quella dell’arte e della pittura.

Altre informazioni sul sito: www.metromondo.it

“Dal tunnel” – 5/13 dicembre       

Ingresso libero        

Inaugurazione il 5 dicembre, ore 18.30            

Serata finale il 13 dicembre, ore 20       

Spazio Ex Fornace, Alzaia Naviglio Pavese 16 – Milano

(Visited 327 times, 1 visits today)

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Teleambiente.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi di teleambiente.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Stefano Zago