Cultura

Banksy, “Mia moglie odia quando lavoro da casa” e svela la sua ultima opera

Condividi

Banksy ha svelato su Instagram la sua opera, realizzata nel bagno di casa; l’artista poi ha scherzato: “Mia moglie odia quando lavoro da casa”.

Banksy ha svelato la sua ultima opera d’arte creata in quarantena; una serie di ratti che creano scompiglio nel suo bagno. L’artista, la cui identità continua ad essere ignota, ha postato su Instagram cinque immagini commentando: “Mia moglie odia quando lavoro da casa”.

 

 

Visualizza questo post su Instagram

 

. . My wife hates it when I work from home.

Un post condiviso da Banksy (@banksy) in data:

Street art al tempo del coronavirus, tutte le opere più belle FOTO

Le immagini mostrano dei ratti, già apparsi in molte sue opere precedenti, che devastano il suo bagno: uno corre sul rotolo di carta igienica, un altro salta sul tubetto del dentifricio, uno urina sulla tavoletta mentre quello nello specchio conta i giorni passati dall’inizio della quarantena utilizzando un rossetto.

San Valentino, la nuova opera di Bansky nel giorno degli innamorati

Si tratta dell’ultima opera di Bansky da quando il suo ultimo murales a Bristol è stato vandalizzato. Il murales iniziale prevedeva una bambina che spara dei fiori con la fionda ma, qualche giorno dopo, l’opera è stata imbrattata con la scritta “BBC Wankers”.

 

 

Visualizza questo post su Instagram

 

. . Scar of Bethlehem. A modified nativity set for the @walledoffhotel

Un post condiviso da Banksy (@banksy) in data:


Coronavirus, la sfida dei social: replicare opere d’arte utilizzando gli oggetti in casa

A dicembre Banksy ha riprodotto la scena della natività in un hotel di Betlemme; nell’opera, intitolata “The Scar of Bethlehem”, è possibile vedere Maria, Giuseppe e Gesù bambino ma l’artista ha deciso di sostituire la stessa cadente con un foro di proiettile. L’opera si trova nel Walled Off Hotel, che si affaccia sul muro di confine della città divisa. Inaugurato due anni fa, l’hotel ha “la peggiore vista di qualsiasi altro hotel al mondo” ed è pieno di opere d’arte originali di Banksy.

(Visited 119 times, 1 visits today)

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Teleambiente.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi di teleambiente.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Stefano Zago