AttualitàEconomia

Xylella, Mipaaf: 30 milioni di euro per sostegno produzione. Semplificate le procedure

Condividi

Xylella. Approvata la rimodulazione delle risorse assegnate al sotto piano 5 – piano di emergenza per il contenimento di Xylella fastidiosa in Puglia – pari a euro 30 milioni di euro, a valere sul Fondo per lo sviluppo e la coesione 2014-2020.

Lo annuncia la Ministra delle Politiche Agricole, Teresa Bellanova, al termine della riunione del Comitato di sorveglianza sull’attuazione del Piano operativo agricoltura.

“Vogliamo rafforzare ancora di più gli interventi a tutela dei nostri olivicoltori nella battaglia contro la Xylella, con strumenti di applicazione rapida e dando risposte concrete – ha affermato la Ministra Bellanova – vanno in questa direzione le decisioni assunte oggi al Ministero e che siamo convinti saranno confermate in sede di Cabina di regia del Cipe”.

Docufilm “Legno Vivo – Xylella, oltre il batterio”. È tutta colpa di un batterio?

“Semplifichiamo – ha aggiunto Bellanova – le procedure e concentriamo le risorse per il sostegno degli investimenti e per il ripristino del potenziale produttivo, aumentando i plafond delle misure già previste dal Psr della Puglia. Allo stesso tempo lavoriamo per velocizzare l’intera attuazione del piano da 300 milioni di euro per il rilancio. Quello che ho chiesto agli Uffici è di semplificare e tagliare i tempi di attesa”.

I 30 milioni di euro saranno utilizzati per aumentare il plafond previsto per le misure del PSR della Regione Puglia.

Agricoltura e territorio: la distintività dell’agroalimentare italiano per il rilancio dell’economia VIDEO

In particolare, 27 milioni di euro andranno a favore della sottomisura 4.1.C “Sostegno per gli investimenti per la redditività, la competitività e la sostenibilità delle aziende olivicole della zona infetta relativamente alla Xylella fastidiosa” ed i restanti 3 milioni di euro saranno destinati alla sottomisura 5.2 “Sostegno ripristino terreni e potenziale produttivo danneggiato da calamità naturali”.

La rimodulazione approvata dovrà essere sottoposta alle valutazioni della Cabina di Regia presso la Presidenza del Consiglio.

 

 

 

Photo by Julia Sakelli from Pexels

(Visited 21 times, 1 visits today)

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Teleambiente.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi di teleambiente.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Stefano Zago