Home Attualità Cucinare la pasta a fuoco spento, Mauro Corona: “Parisi non dica fesserie”

Cucinare la pasta a fuoco spento, Mauro Corona: “Parisi non dica fesserie”

Cucinare la pasta a fuoco spento, Mauro Corona:

Il filosofo-scalatore si è scagliato contro lo scienziato romano durante la trasmissione “Cartabianca” su Rai 3: “Si occupasse di quello per il quale ha preso il Nobel”.

Continuano le polemiche sulla preparazione della pasta a fuoco spento per risparmiare gas in vista della probabile crisi energetica dei prossimi mesi. L’ultimo a criticare il metodo di cottura rilanciato dal “Premio Nobel per la Fisica 2021”, Giorgio Parisi, è stato il filosofo-scalatore Mauro Corona durante la trasmissione “Cartabianca” su Rai 3.

Si occupasse di quello per il quale ha preso il Nobel. Non dica fesserie, punto“, ha affermato il famoso opinionista di Bianca Berlinguer. “Adesso non c’è il virus, ma l’aumento dei prezzi. Ora bisogna trovare delle soluzioni per i poveri. È la povera gente a essere terrorizzata. In autunno, le persone scenderanno in piazza per la fame“.

Intanto, i ristoratori sono divisi sulla cottura passiva dell’alimento principe della tradizione italiana. Io penso che il “metodo Parisi” sia antichissimo, sicuramente per quanto riguarda la banchettistica. Anche io riesco a poterlo gestire, perché sono fondamentali le temperature, non scendere sotto gli 80° C, quando c’è la gelatinizzazione degli amidi e la coagulazione del glutine. Quindi, se scendiamo sotto questa temperatura, abbiamo una pasta gommosa“, ha spiegato a Teleambiente lo chef Francesco Bonomo, originario di Marsala, vicino a Trapani, in Sicilia.

Articolo precedenteJason Momoa, l’attore taglia i capelli per uno scopo nobile: ecco quale
Articolo successivoCingolani: “Ho fatto ciò che potevo, torno al mio lavoro. L’Italia non prende ordini da nessuno”