Home Attualità Glifosato, salta la valutazione Ue. Per sapere se potrà ancora essere usato...

Glifosato, salta la valutazione Ue. Per sapere se potrà ancora essere usato si drovrà aspettare il 2023

Le autorità europee chiamate a valutare la possibilità di continuare ad utilizzare il glifosato in Europa hanno deciso aggiornare le tempistiche per le valutazioni. Si dovrà aspettare il 2023

Per sapere se in Italia e nel resto d’Europa sarà ancora possibile utilizzare il glifosato bisognerà aspettare almeno il 2023.

L’Autorità europea per la sicurezza alimentare (EFSA) e l’Agenzia europea per le sostanze chimiche (ECHA), infatti, hanno deciso di aggiornare le tempistiche per la valutazione.

Le due istituzioni europee sono quelle che dovranno valutare l’erbicida con basi scientifiche così da capire se rinnovare l’autorizzazione al suo uso nell’Unione europea o metterlo al bando.

Il motivo della decisione di rivedere le tempistiche sta nell’alto numero di osservazioni – definito “senza precedenti” – sul glifosato pervenute ai due enti.

“Il contributo ricevuto dalle consultazionisi legge in una comunicazione ufficialehanno aggiunto una quantità significativa di informazioni a un fascicolo che già conteneva un volume di dati scientifici ben più ampio di quello generalmente disponibile per questo tipo di valutazioni”.

“Le informazioni supplementari saranno oggetto di attento esame da parte del gruppo di valutazione sul glifosato (Assessment Group on Glyphosate, AGG in breve), costituito da quattro Stati membri dell’UE (Francia, Ungheria, Paesi Bassi e Svezia), che è nella fase di aggiornare il progetto di relazione di valutazione del rinnovo iniziale. In tale contesto l’EFSA e l’ECHA hanno rivisto le tempistiche per le rimanenti fasi del processo di nuova valutazione”, conclude la nota.

 

Articolo precedenteEurovision 2022, tutti i messaggi ambientali lanciati durante la manifestazione
Articolo successivoC’è vita sull’isola di rifiuti di plastica nell’Oceano. Ora ripulirla diventa un problema