Dalle incursioni del gruppo Extinction Rebellion alla canzone Eat your salad: ecco tutte le occasioni green dell’Eurovision 2022

Sale l’attesa per la finale dell’Eurovision song constest di questa sera quando finalmente saliranno sul palco Mamhood e Blanco in gara per l’Italia.

Un’edizione, quella di ESC2022, caratterizzata dai tanti riferimenti alle questioni ambientali sia sul palco che negli eventi collaterali. Ultima notizia, in ordine di tempo, riguarda proprio uno di questi.

Cioè il concerto dei Paloma, un gruppo torinese che stava cantando sul palco del Parco del Valentino, dove si tengono i concerti gratuiti collegati alla manifestazione.

Il front man dei Paloma ha raccolto un aeroplanino di carta con sopra un messaggio che era stato lanciato sul placo e ne ha letto il contenuto.

L’aeroplanino, come mostrano alcuni video caricati sui social, era stato lanciato da alcuni attivisti di Extinction Rebellion con lo scopo di mantenere alta l’attenzione sull’emergenza climatica

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Extinction Rebellion Torino (@xrtorino)

Eurovision 2022, le incursioni di Extinction Rebellion

Il gruppo divenuto famoso per utilizzare la disobbedienza civile per portare sotto i riflettori i temi del cambiamento climatico è stato uno dei protagonisti di questo festival.

Già domenica scorsa durante la sfilata sul tappeto turchese delle delegazioni dei 40 Paesi in gara all’Eurovision song contest 2022, tre attivisti del gruppo avevano fatto irruzione sul tappeto turchese con in mano cartelli con su scritto “Music: Declare Climate Emergency” e “Humanity needs your voice” e urlando alla folla “Non ci sarà musica su un Pianeta morto”.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Extinction Rebellion Torino (@xrtorino)

Nei giorni successivi altri attivisti del gruppo si erano incatenati davanti all’Eurovillage al Parco del Valentino travestiti da Måneskin e con uno striscione che recitava “Zitti e buoni verso l’estinzione”.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Extinction Rebellion Torino (@xrtorino)

Eurovision 2022, l’abito green di Laura Pausini

Sempre durante la sfilata alla reggia di Venaria c’è stato spazio per un altro momento a tema ambientale. Questa volta, però, programmato.

Un gruppo di studenti e studentesse di un istituto tecnico a indirizzo moda di Biella ha donato alla conduttrice dell’Eurovision Laura Pausini un abito ecosostenibile prodotto con le alghe del Mare del Nord che loro stessi hanno realizzato..

L’abito regalato a Pausini è uno dei 12 realizzati dagli studenti con la cosiddetta “SeaCell”, lo speciale filato ottenuto dalle alghe del Mare del Nord in collaborazione con una piccola azienda artigiana, la Tabinotabi.

Eat your salad, la canzone ambientalista dell’Eurovision 

A portare i temi ambientali fin sopra al palco dell’Eurovision ci hanno pensato i Citi Zēni che hanno rappresentato la Lettonia con la loro canzone Eat your salad.

Sebbene non siano riusciti a superare le semifinali e approdare alla finale in onda questa sera, la canzone del gruppo lettone è già un tormentone.

Oltre al testo della canzone (un inno all’ecologismo e alla dieta vegana), l’impronta green della band si è vista anche negli abiti scelti per l’esibizione.

I componenti del gruppo si sono presentati sul palco con vestiti coloratissimi, tutti realizzati con materiale organico. Scarpe comprese.

Non solo per l’Eurovision. I sei componenti del gruppo, tutti vegetariani e convinti ecologisti, hanno dichiarato di sostenere la rivoluzione nella moda perché diventi sostenibile e di utilizzare sempre e solo abiti ecosostenibili nelle loro esibizioni pubbliche ma anche nella vita privata.

Articolo precedenteStudioNews speciale Eurovision, si conclude la grande maratona del salotto giornalistico
Articolo successivoGlifosato, salta la valutazione Ue. Per sapere se potrà ancora essere usato si drovrà aspettare il 2023