Nel giorno della festa delle donne, le soldatesse ucraine inviano un messaggio al mondo: “Abbiamo messo al sicuro i nostri figli, ora combattiamo”

Sette donne, una di fianco all’altra, con il volto coperto da una sciarpa, la mimetica addosso e un mitra tra le mani. Sono le protagoniste del videomessaggio che alcune soldatesse ucraine hanno lanciato via social nel giorno della festa delle donne.

È la donna al centro a parlare: “Siamo le donne dell’Ucraina. Abbiamo benedetto i nostri uomini per proteggere la nostra terra. Abbiamo già messo in salvo i nostri figli. Il patrimonio genetico dei nostri figli è al sicuro”.

E poi la parte più dura: “Ci uniamo agli uomini e all’esercito ucraino. Distruggeremo il nemico in ogni centimetri del territorio ucraino: in ogni città, in ogni villaggio, in ogni foresta e ogni campo”.

E poi ancora:Per ogni bambino, donna, vecchio, casa in rovina, strada o persino fienile. Vi spareremo come cani rabbiosi. Gloria all’Ucraina. Morte al nemico”.

Ucraina, il 15% dei membri dell’esercito sono donne

Un messaggio assai forte quello delle donne ucraine che hanno deciso di unirsi alla resistenza contro l’invasione russa e che in poche ore ha fatto il giro del web.

Secondo il ministero degli esteri ucraino, “più del 15% dell’esercito regolare ucraino è formato da donne”. Alle quali si aggiungono le donne che hanno deciso di arruolarsi nelle ore immediatamente successive all’inizio del conflitto in maniera volontaria.

È dunque impossibile valutare quante donne al momento si trovano sul fronte come combattenti. A queste poi si aggiungono coloro che – pur non essendo direttamente impiegate nei combattimenti – collaborano con i combattenti e le combattenti per questioni logistiche.

Lotta climatica, Sara: “Fridays for Future per la parità di genere”

Articolo precedenteLotta climatica, Sara: “Fridays for Future per la parità di genere”
Articolo successivoBiden pensa a un embargo Usa-Ue sul petrolio russo. Mosca: “Per voi sarebbe una catastrofe”