Riciclo e RifiutiTerritorio

Contarina e Liquigas, un esempio di economia circolare

Condividi

Economia circolare. Un innovativo modello di economia circolare fondato su un partenariato pubblico – privato, finalizzato all’utilizzo di Gnl (gas naturale liquefatto) e Gnc (gas naturale compresso) per l’alimentazione della flotta per la raccolta dei rifiuti urbani di Contarina, società pubblica per la gestione dei rifiuti nei 49 Comuni in provincia di Treviso.

 

Il progetto prevede la riconversione a gas del 60% degli automezzi di Contarina, attualmente per la maggior parte a gasolio, resa possibile dalla realizzazione e approvvigionamento da parte di Liquigas di un impianto di stoccaggio ed erogazione di GNL (Gas Naturale Liquefatto) e GNC (Gas Naturale Compresso).

Economia circolare, Banca Mondiale: basta incentivi al consumo di risorse naturali

“Questo progetto è un esempio di come sviluppo e tutela del territorio possono convivere – spiega il Presidente di Contarina Spa, Sergio Baldin – portando concreti vantaggi ambientali ai cittadini fin da subito, a partire dal miglioramento della qualità dell’aria nei Comuni serviti grazie alla riduzione delle emissioni di CO2”.

“Il nostro impegno – ha aggiunto Baldin – è quello di investire nella mobilità sostenibile, generando valore nelle varie fasi della gestione dei rifiuti: dalla raccolta – con la riconversione della nostra flotta aziendale a metano, al trattamento finale – attraverso la valorizzazione della frazione organica che in futuro sarà utilizzata per produrre biometano per l’alimentazione degli stessi mezzi impiegati per la raccolta porta a porta. Un esempio di vera economia circolare, che apre nuove prospettive per il settore della gestione dei rifiuti, proponendo strade concrete e innovative per fare sostenibilità”.

La realizzazione dell’impianto di stoccaggio ed erogazione del GNL e GNC pone importanti basi per l’impiego futuro del biometano prodotto dal trattamento della frazione organica, consentendo a Contarina di utilizzare carburante sostenibile autoprodotto per l’alimentazione dei propri mezzi impiegati nella raccolta dei rifiuti.

Economia circolare, arriva la prima guida ai consumi circolari e sostenibili

“Questo progetto rappresenta la dimostrazione del fatto che grazie alla collaborazione tra pubblico e privato si possono realizzare concretamente interventi in grado di generare una diretta e tangibile riduzione dell’impatto ambientale di un processo come quello della raccolta porta a porta dei rifiuti – ha sottolineato Andrea Arzà, Amministratore Delegato di Liquigas – grazie a questo progetto, replicabile in contesti analoghi, Contarina ha l’opportunità di far evolvere i propri servizi in chiave sostenibile, garantendo vantaggi alla collettività”.

Si tratta di un primo ma importante passo per la creazione di una flotta aziendale completamente ecosostenibile, senza contare che l’utilizzo del gas comporta rilevanti vantaggi ambientali, riducendo l’inquinamento e quindi i rischi per la salute.

Rispetto al gasolio, il GNL produce oltre il 20% in meno di emissioni di CO2eq, minimizzando quelle di SO2 e di PM10 (oltre il 95% in meno).

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Teleambiente.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi di teleambiente.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Stefano Zago