PD IN PIAZZA PER DIFENDERE LA COSTITUZIONE, MARTINA: “NON FAREMO SCONTI A QUESTO GOVERNO”

Pd in piazza per difendere la Costituzione. Mentre il governo presieduto da Giuseppe Conte giura al Quirinale, sulle note dell’inno di Mameli, sventolano le bandiere italiane ed europee per la manifestazione del Partito Democratico a Piazza Santi apostoli.

Una protesta in contemporanea a Roma e Milano: dalle 17 in piazza Santi Apostoli nella Capitale, un’ora dopo in Piazza della Scala nel capoluogo Lombardo.

Organizzata allo scopo di ribadire i valori della Carta costituzionale dopo la minaccia dell’impeachment nei confronti del Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, la manifestazione è stata confermata anche se lo scenario politico è cambiato.

“In tanti nel nuovo governo si devono scusare” con il Presidente Sergio Mattarella – dice il segretario reggente del Pd, Maurizio Martina, ringraziandolo per il rigore e la serietà.

“La promessa che dobbiamo farci guardandoci negli occhi – continua – è di esserci anche domani, dopodomani, nei prossimi mesi”.

Per il segretario reggente, il Pd non deve dare l’impressione di stare nel Palazzo, ma deve stare nei quartieri e nelle piazze.

Abbiamo imparato la lezione” – dice Martina, per il quale “c’è già un campo di battaglia per
l’alternativa”.

E per farlo – spiega dal palco – “serviamo tutti e dobbiamo andare oltre. Eliminiamo Incomprensioni, errori, litigi che hanno aiutato altri e non hanno aiutato noi, costruiamo una pagina nuova, forti delle nostre radici, capaci di andare oltre i nostri limiti”.

Il messaggio che il Maurizio Martina lancia a militanti ed esponenti del Partito, è di prendere “questa piazza come inizio di una nuova storia, l’inizio di un nuovo impegno”.

Il Pd deve ora ascoltare quello che la gente dice, le loro preoccupazioni e paure, senza fare i saccenti e dire di avere tutte le risposte in tasca.

“Se mostreremo umiltà – spiega – torneremo in sintonia. La prossimità è la prima risposta.
Facciamolo tutti insieme. Avanti. Viva l’Italia”.

Molti gli esponenti dem presenti: da Carlo Calenda ad Andrea Orlando, ai senatori Andrea Marcucci, capogruppo a Palazzo Madama, Francesco Bonifazi, tesoriere del Pd.

Assente invece, l’ex segretario del partito, Matteo Renzi.

“Dopo 90 giorni di polemiche, il Paese ha finalmente un nuovo Governo. Noi siamo un’altra cosa rispetto alla maggioranza che compone questo esecutivo, radicalmente un’altra cosa. E mostreremo in Parlamento come si possa fare l’opposizione in modo civile – scrive su Facebook Matteo Renzi, che poi spiega come questo non impedisca “di fare un grande in bocca al lupo al nuovo Presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, e alla sua squadra. Grazie al Governo uscente, guidato da Paolo Gentiloni, per la serietà dimostrato e per il lavoro fatto. Il principio democratico dell’alternanza e del rispetto istituzionale – conclude Renzi – è per noi un punto cruciale. Viva l’Italia e viva la Festa della Repubblica”.

(Visited 84 times, 1 visits today)

Leggi anche

Diretta Live
Diventa Green!