Approvata la delibera relativa al nuovo piano strategico per la mobilità sostenibile di lungo periodo (10 anni) per Roma; sono diverse le soluzioni che il nuovo PUMS (Piano Urbano Mobilità Sostenibile) tocca dai tram alle linee metropolitane, fino a percorsi ciclabili ed isole ambientali. Obiettivo è quello di migliorare il trasporto pubblico e la qualità di vita di cittadini e turisti.

Tra i vari progetti che verranno realizzati un occhio di riguardo è stato dedicato all’ammodernamento delle infrastrutture ferroviarie e della metropolitana, infatti verranno ristrutturate le linee A e B della metro, verrà ammodernata la ferrovia Roma-Giardinetti, verrà creato un collegamento tra la metro A e C a Tor Vergata e verranno realizzate anche nuove linee tranviarie: una linea passerà da Via dei Fori Imperiali fino a Piazza Vittorio, mentre un’altra linea collegherà la stazione di Roma Tiburtina con Piazzale del Verano, infine vi sarà una linea tra Auditorium e Piazza Risorgimento.

MetrArt, una nuova linea metropolitana a Roma “fatta ad arte”

Verranno anche realizzate delle funivie: Battistini-Casalotti, Magliana-Piazza Civiltà del Lavoro, Jonio-Bufalotta (su rotaie). Inoltre aumenterà il numero di autobus: ne saranno aggiunti gradualmente 227, di cui 80 già in servizio.

Metro A Roma, chiusa a zone alterne per lavori. Info e orari

Soddisfazione è stata espressa anche dalla sindaca di Roma,  Virginia Raggi: “Roma si dota finalmente di una vera programmazione sulla mobilità, una strategia futura di medio e lungo periodo che risponde a una visione precisa di quello che vogliamo per la Capitale. Il piano è stato pensato mettendo al centro le esigenze di mobilità delle persone e delle imprese, perché la nostra città può e deve offrire una migliore qualità della vita a chi la abita e la vive ogni giorno. Le politiche e le misure definite nel Pums coprono tutte le tipologie di trasporto, sia pubblico sia privato, su tutto il territorio”.

Articolo precedenteAgricoltura. Arriva Vegebot, il primo ‘contadino robotico’
Articolo successivoMade in Italy, tutti pazzi per il gelato artigianale. Oltre 3 miliardi di fatturato nel 2019