Territorio

Microplastiche non solo in mare. Contaminate anche le Alpi

Condividi

Microplastiche. Trovate sulle Alpi contaminazioni da microplastica: 75 particelle/kg di sedimento. La scoperta viene da una ricerca delle Università di Milano Statale e Milano-Bicocca, condotta sullo Stelvio.  Le particelle potrebbero provenire dagli escursionisti o essere state trasportate dalle masse d’aria. 

Non solo pesticidi. Sulle Alpi italiane anche microplastiche e nell’ordine di  75 particelle per ogni chilogrammo di sedimento. Un team di ricercatori dell’Università degli Studi di Milano e  di Milano – Bicocca ha condotto una ricerca su dei campionamenti effettuati sul Ghiacciaio dei Forni, nel Parco nazionale dello Stelvio.

Greenpeace Italia diffonde un breve documentario sul Ghiacciaio dei Forni (alta Valtellina, Lombardia) e su come stia scomparendo a causa dei cambiamenti climatici

Pesticidi contaminano le Alpi. A rischio invertebrati ed ecosistemi acquatici

Lupi, fine della caccia. Nuovo Piano di conservazione dal Ministero dell’Ambiente

I campionamenti sono stati realizzati nell’estate 2018,  e per ogni chilo di sedimento sono stati rinvenuti 75 particelle di materiali quali: poliestere, poliammide, polietilene e polipropilene.

“Sebbene non sia affatto sorprendente aver riscontrato microplastiche nel sedimento sopraglaciale, estrapolando questi dati, pur con le dovute cautele, abbiamo stimato che la lingua del Ghiacciaio dei Forni, uno dei più importanti apparati glaciali italiani, potrebbe contenere da 131 a 162 milioni di particelle di plastica“, così i ricercatori.

Microplastiche, stop all’utilizzo nei cosmetici dal 2020

Microplastica, la mangiamo e beviamo senza accorgercene

Quanto all’origine di tali materiali spiegano: L’origine di queste particelle potrebbe essere sia locale, data ad esempio dal rilascio e/o dall’usura di abbigliamento e attrezzatura degli alpinisti ed escursionisti che frequentano il ghiacciaio, sia diffusa, con particelle trasportate da masse d’aria, in questo caso di difficile localizzazione”

Microplastiche, anche nelle fosse oceaniche vengono ingerite dai pesci

Mare, sos pesci: non crescono perchè si nutrono di microplastica

I risultati sono stati presentati a Vienna alla conferenza internazionale dell’European Geosciences Union. Si tratta del primo studio, afferente alla contaminazione da microplastiche, realizzato nelle aree di  alta montagna.

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Teleambiente.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi di teleambiente.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Stefano Zago