Energia, l’Italia punta su Algeria per diventare hub energetico

“Il piano Mattei” italiano consiste nel trasformare il nostro Paese in hub energetico, anello di congiunzione tra Mediterraneo ed Europa per la fornitura di metano.

Roma punta, sempre più, sul Mediterraneo. L’energia è al centro del viaggio della premier Meloni in Algeria, il Paese nordafricano è diventato il nostro primo fornitore di gas naturale a seguito della guerra in Ucraina e della conseguente necessità di non dipendere più dal gas russo.

Una partnership che sembra destinata a rafforzarsi tanto che il premier algerino Abdelmadjid Tebboune ha già assicurato di volere aumentare la fornitura all’Italia. In visita ufficiale in Algeria, Meloni ha ribadito l’importanza del Mediterraneo per l’Italia.

Un memorandum d’intesa firmato dai due Paesi ha il fine di ridurre le emissioni di gas serra in Algeria. “Il piano Mattei” italiano consiste nel trasformare il nostro Paese in hub energetico, anello di congiunzione tra Mediterraneo ed Europa per la fornitura di metano, tanto che sono in arrivo accordi con altri Partner. Il gas arrivato in Italia dai Paesi nordafricani in eccedenza rispetto al nostro fabbisogno energetico, verrebbe poi distribuito agli altri membri dell’Unione.

Ma di energia si è parlato nel weekend anche al Cairo dove il ministro Tajani ha incontrato al Sisi, il ministro degli Esteri ha affermato di avere ricevuto dal premier egiziano rassicurazioni per una collaborazione per la soluzione dei casi Regeni e Zaki.

“Il presidente Sisi ha detto che lavorerà per rimuovere gli ostacoli che rimangono alla soluzione dei due casi” ha affermato l’ex presidente del parlamento Europeo. Bollano come oltraggioso quello che definiscono “il mantra sulla collaborazione del regime egiziano” i genitori di Giulio Regeni, che aspettano ancora di conoscere i responsabili della morte del figlio.

Articolo precedenteCasanova Opera Pop, al Teatro Lyrick di Assisi arriva il musical di Red Canzian
Articolo successivoUSA, New York in tribunale contro lo Stato per la vendita di foie gras