Camera, a rischio questore Pd. Montecitorio si prepara a ripetere lo schema del Senato. La Camera dei Deputati, si riunisce per eleggere i quattro vicepresidenti, tre questori e otto segretari, che insieme al Presidente andranno a formare l’ufficio di presidenza.
La mattinata è iniziata con una serie di riunioni.

Nella Sala dei Busti a Montecitorio, i capigruppo del MoVimento 5 Stelle, Danilo Toninelli e Giulia Grillo, hanno incontrati i capigruppo della Lega, Giancarlo Giorgetti e Gian Marco Centinaio.

Il primo incontro organizzato dai 5 Stelle per tirare le somme su possibili convergenze per un eventuale Governo.

Dopo, è stata la volta di Forza Italia e Leu (Liberi e Uguali).

Salvini intanto conferma l’intenzione di costruire una maggioranza di centrodestra con il sostegno del MoVimento 5 Stelle: “telefonare pluriquotidiane e sms ancor più numerosi. Non andremo a cercare i voti del Pd – spiega Salvini – dialoghiamo con il MoVimento 5 Stelle”.

Ma all’interno della Lega c’è chi gli consiglia una “exit strategy” perché “loro” vogliono prendere tutto “non sono disponibili ad accordi”. Esempio ne è la volontà dei 5 Stelle di prendersi altre cariche nell’Ufficio di presidenza alla Camera.

Oggetto di attenta analisi sarà quindi il voto di oggi, perché – spiega Salvini – “l’accordo era che tutti i partiti maggiori avessero un posto”.

Il centrodestra però, sembra pronto a replicare lo schema usato ieri in Senato: la coalizione voterà solo per i propri candidati (confermati i nomi di Mara Carfagna come vicepresidente e Gregorio Fontana come Questore).

Stessa procedura per la Lega.

Sembra però che anche alla Camera il Pd non avrà un questore (il nome indicato è quello di Maria Rosa de Giorgi), ma solo un vicepresidente, ruolo che, come emerge dall’Assemblea del Gruppo Pd, sarà assegnato a Ettore Rosato.

Se infatti il MoVimento dovesse insistere per ottenere una vicepresidenza a Montecitorio (nonostante sullo scranno più alto sia seduto Roberto Fico) ed anche un Questore, allora l’assegnazione di un Questore ai Dem sarebbe a rischio.

Per il MoVimento 5 Stelle, la candidata per la vicepresidenza della Camera è Maria Edera Spadoni. Il suo nome è stato più votato rispetto a quello di Giuseppe Brescia durante l’assemblea del gruppo M5S.

Articolo precedenteLE NOTIZIE DEL GIORNO IN PILLOLE
Articolo successivoSTASERA IN TV, PROGRAMMI DI OGGI GIOVEDÌ 29 MARZO 2018. RAI, MEDIASET, LA7, TV8, NOVE E LE ALTRE