Cosa cambia con il decreto pubblicato in Gazzetta Ufficiale il 25 febbraio.

Cambia la norma sugli extraprofitti delle rinnovabili, con il nuovo decreto sul Superbonus. Il nuovo provvedimento, all’articolo 5, riscrive la norma dell’articolo 16 del decreto Sostegni ter, andando a sostituirla del tutto e rendendola più facilmente applicabile. Accolti quindi i suggerimenti dell’Arera: ecco cosa cambia.

Crisi energetica, Draghi: Russia potrebbe chiudere i rubinetti del gas ma ne abbiamo abbastanza per resistere

Dalla norma vengono esclusi gli impianti non incentivati di più recente installazione. Il meccanismo di compensazione a due vie sul prezzo dell’energia resta per l’elettricità immessa da impianti fotovoltaici di potenza superiore a 20 kW che beneficiano di premi fissi derivanti dal meccanismo del conto energia, non dipendenti dai prezzi di mercato. Lo stesso meccanismo di compensazione resta anche per l’energia elettrica prodotta da impianti di potenza superiore a 20kW, alimentati da fonti solari, idroelettriche, geotermoelettriche ed eoliche che non accedono a meccanismi di incentivazioni ma sono entrati in esercizio prima del primo gennaio 2010.

Guerra in Ucraina, a rischio scorie nucleari di Chernobyl

Allo stesso tempo, cambia il meccanismo per il calcolo del prezzo per la compensazione, che non sarà più calcolato ora per ora ma su base mensile. Il decreto Sostegni ter aveva stabilito che gli impianti dovessero versare la differenza tra il prezzo di riferimento pari alla media dei prezzi zonali orari registrati dalla data di entrata in esercizio dell’impianto fino al 31 dicembre 2020 e il prezzo zonale orario di mercato dell’energia elettrica. Il nuovo decreto, invece, chiede di versare la differenza tra il prezzo di riferimento delle varie zone e un prezzo di mercato variabile a seconda dei casi (prezzo zonale orario di mercato, prezzo indicato nei contratti di fornitura, oppure media aritmetica mensile dei prezzi zonali orari di mercato dell’energia elettrica).

Articolo precedenteDoomsday Clock, l’allarme: “Mancano 100 secondi a mezzanotte”
Articolo successivoFridays For Future Ucraina: “Aiutateci, abbiamo paura. Protestate per la fine della guerra”