Il noto virologo italo-americano Anthony Fauci studierà la maggiore incidenza dell’HIV nelle donne transgender rispetto alle persone cisgender attraverso la somministrazione di ormoni femminili a maschi di scimmia. 

Negli Stati Uniti, una divisione del National Institutes of Health diretta dal virologo Anthony Fauci ha ha deciso di sovvenzionare con 200mila dollari uno studio sul virus dell’HIV. 

Fauci e i suoi vogliono capire perché le donne transessuali hanno 49 volte più possibilità di contrarre il virus rispetto a donne e uomini cisgender (cioè non transessuali).

Per farlo, il National Institute of Allergy and Infectious Diseases (NIAID) intende effettuare degli esperimenti sulle scimmie. In particolare, attraverso la somministrazione di ormoni femminili a maschi di scimmia. 

Già dal 1985, un anno dopo l’arrivo alla direzione del NIAID di Anthony Fauci, l’istituto ha cominciato a sperimentare sulle scimmie un vaccino contro il virus che causa l’AIDS.

Come ha spiegato il sito The Washington Free Bacon, la notizia ha provocato una serie di reazioni. Da una parte quella degli scienziati, dall’altra quella degli animalisti.

Il centro di ricerca chiamato ad effettuare le ricerche, lo Scripps Research, ha fatto sapere tramite un portavoce che testare le “sottopopolazioni” è la chiave per scoprire trattamenti efficaci per malattie mortali. 

È attraverso questi tipi di studi di ricerca mirati – hanno fatto sapere gli scienziati – che verranno compiuti progressi sostanziali contro l’HIV, il cancro, la SLA, la demenza, in effetti la maggior parte delle malattie e delle condizioni”.

Dall’altra parte gli animalisti. “È solo una cattiva scienza suggerire che dosare le scimmie con farmaci femminilizzanti le renda dei buoni sostituti per gli esseri umani”, ha detto la dottoressa Katherine Roe, neuroscienziata dell’Associazione animalista PETA. “Questo studio – ha concluso – non aiuterà a prevenire o curare l’HIV e non aiuterà le donne transgender”.

Articolo precedentePfas, allarme a Milano: “Acque intossicate da un composto della Solvay”
Articolo successivoOlimpiadi invernali, Eleonora Evi: “Sulla pista da bob a Cortina presentata un’interrogazione”