Più Libri Più Liberi, Sgarbi: “Qui c’è la sorgente del piacere”

“Per cui qui c’è la sorgente del piacere per cui, anche nel mondo dell’arte, i piccoli editori hanno fatto grandi imprese”, Sgarbi.

Torna Più Libri più Liberi, la fiera della piccola e media editoria è ospitata dalla Nuvola, all’Eur, Roma, fino all’11 dicembre. Il tema di quest’anno è perdersi e ritrovarsi. 500 gli espositori, provenienti da tutto il Paese che presenteranno al pubblico le novità e il proprio catalogo. Oltre 600 gli appuntamenti in programma, tra workshop, dibattiti e presentazioni.

Un settore, quello delle piccole e medie imprese in crescita nel 2021 e che produce metà dei titoli in commercio. La conferenza stampa di inaugurazione ha visto esponenti del governo ribadire l’importanza di un settore capace di scovare i diamanti grezzi della nostra letteratura.

Vittorio Sgarbi, Sottosegretario alla Cultura, ha dichiarato a TeleAmbiente:Le piccole case editrici sono i luoghi dove appaiono le meraviglie che poi, una volta che l’autore è riuscito a farsi pubblicare da un piccolo editore, arrivano a Mondadori, Rizzoli o oggi La nave di Teseo. Per cui qui c’è la sorgente del piacere per cui, anche nel mondo dell’arte, i piccoli editori hanno fatto grandi imprese.

Roberto Gualtieri, sindaco di Roma Capitale ha dichiarato: “Bello oggi ripartire con un’edizione straordinaria di Più Libri più Liberi, una fiera che è cresciuta questi anni per importanza, per qualità, per rilievo, ormai internazionale. Ci sono tantissimi piccoli e medi editori che sono la spina dorsale della nostra industria culturale che sono qui con tantissimi libri e occasioni di dibattito e di confronto sui grandi temi del nostro tempo. Perdersi e ritrovarsi anche con la cultura con i libri è un messaggio fondamentale che Roma Capitale sostiene pienamente.

Articolo precedenteTrivelle, tavolo tecnico tra Zaia e i ministri
Articolo successivoPiù libri più liberi, editori: “Imprescindibile il contatto col pubblico”