trivelle tavolo tecnico

All’incontro hanno partecipato anche Gilberto Pichetto Fratin, Adolfo Urso e Vannia Gava.

Via libera, come annunciato qualche giorno fa da Gilberto Pichetto Fratin, al tavolo tecnico per valutare l’installazione di trivelle per nuove estrazioni di gas nell’Adriatico. A parteciparvi, oltre al ministro dell’Ambiente e della Sicurezza energetica e al presidente di Regione Veneto, Luca Zaia, anche il ministro delle Imprese e del Made in Italy, Adolfo Urso, la vice di Pichetto, Vannia Gava e i tecnici veneti, dell’Ispra e di Leonardo.

Al centro della discussione di questa mattina, il rischio subsidenza e tutte le questioni delle trivellazioni segnalate da comunità locali e sindaci, che hanno chiesto garanzie tecnico-scientifiche a tutela dell’ambiente e dei cittadini. L’incontro ha permesso un accordo preliminare che coinvolge eccellenze della ricerca italiana come Leonardo, Ispra e le Università dei territori, che affiancheranno i tecnici nel percorso di analisi e approfondimento.

Il tavolo istituzionale sarà quindi affiancato anche da un tavolo tecnico, che fornirà strumenti e studi a carattere scientifico nell’ambito delle estrazioni di gas.

Articolo precedenteRi-Movie Ciclo, l’assessore Valeriani premia gli studenti del Lazio
Articolo successivoPiù Libri Più Liberi, Sgarbi: “Qui c’è la sorgente del piacere”