AlimentazioneFrutta e Verdura di StagioneSalute

Frutta e verdura di stagione, Marzo. Cosa mettere nel carrello della spesa

Condividi

Frutta e verdura di stagione Marzo. Acquistando e consumando frutta e verdura di stagione è possibile beneficiare al massimo del sapore e del valore nutritivo degli alimenti, assicurandosi allo stesso tempo anche la convenienza dell’acquisto. Ecco un video con tutta la frutta e verdura del mese di marzo.

Ma perché è importante consumare frutta e verdura di stagione?

Niente pesticidi. Le piante che vengono  costrette a crescere in periodi diversi dalla loro normale stagione risultano indebolite e sono più facilmente preda di insetti indesiderati.

Costa meno.  Dato che gli ortaggi di stagione non hanno bisogno di serre, non si consuma energia aggiuntiva per farli crescere e maturare perché sfruttano già quella del sole. Se poi scegliamo prodotti a km zero, coltivati c vicino al luogo di residenza, il risparmio è ancora maggiore. Verranno abbattuti  abbatteremo anche i costi di trasporto.

Più salute. Le piante che seguono il loro normale ciclo di vita presentano una quantità maggiore di nutrienti e principi attivi e apportano la giusta quantità di calorie in relazione al periodo dell’anno.

Più gusto. I prodotti di stagione sono più buoni, profumati, aromatici..

Più rispetto per la Terra.  Gli ortaggi fuori stagione risultano molto inquinanti. Se poi provengono da altri Stati e aggiungiamo il costo ambientale dei trasporti lo sono ancora di più! Tutto ciò significa anidride carbonica che si va ad aggiungere a quella già presente in atmosfera, incrementando l’effetto serra e peggiorando la situazione globale.

TUTTO IL CALENDARIO DELLA FRUTTA E VERDURA DI STAGIONE

 

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Teleambiente.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi di teleambiente.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Stefano Zago