AttualitàInquinamento

Caffaro di Brescia, firmato l’accordo di programma da 85 milioni per la Bonifica

Condividi

Caffaro Brescia. Firmato in diretta da remoto, rispettando così le regole imposte dalla pandemia, l’accordo di programma tra Stato, Regione Lombardia e Comuni per realizzare gli interventi di messa in sicurezza e bonifica del sito di interesse nazionale di Brescia Caffaro.

Si tratta di un piano da 85 milioni di euro messi tra Regione e Governo.

“ È un giorno importante, non solo per Brescia ma per l’Italia intera – scrive sulla sua pagina Facebook il Ministro dell’Ambiente, Sergio Costaabbiamo firmato l’accordo di programma che avvia finalmente, dopo 20 anni, la bonifica per il Sin Caffaro. Un’area di 270 ettari, con inquinanti chimici che hanno aggredito suolo, sottosuolo e falde. Valori anomali nel sangue dei bambini, delle cittadine e dei cittadini”.

“Da un anno a questa parte – si legge ancora – abbiamo impegnato oltre 900 milioni per bonificare i Siti di interesse nazionale italiani, una spesa mai vista prima. E ora avanti con il disegno di legge Terra Mia (allo studio di Palazzo Chigi), perché non ci siano mai più altri SIN!”.

“Brescia ha sempre saputo guardare avanti e ha contributo a rendere grande l’Italia – ha detto il Presidente del Consiglio, Giuseppe Contel’industria ha lasciato cicatrici profonde che vanno risanate”.

“Questo accordo di programma è un esempio virtuoso di come bisogna agire in sinergia per portare a casa il risultato. Lo dico sempre – ha concluso il premier – non sono i soldi che mancano, ma bisogna saperli spendere”.

 

 

(Visited 16 times, 1 visits today)

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Teleambiente.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi di teleambiente.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Stefano Zago