ROMA (ITALPRESS) – La stima completa dei conti economici trimestrali dell’Istat, conferma una ripresa congiunturale sostenuta dell’economia italiana nel terzo trimestre, in misura pari al 2,6%, analogamente a quanto anticipato dalla stima preliminare. In termini tendenziali, la crescita rispetto al terzo trimestre del 2020 è risultata pari al 3,9% (era del 3,8% nella stima preliminare). Il risultato ha beneficiato, per il secondo trimestre consecutivo, di un forte recupero del settore dei servizi di mercato, di una crescita dell’industria, mentre è risultato ancora in flessione il settore agricolo. Dal lato della domanda, a sostenere la crescita del Pil sono stati soprattutto i consumi privati, ma contributi significativi sono venuti anche dagli investimenti e dalla componente estera. Le ore lavorate sono cresciute dell’1,4% in termini congiunturali, le posizioni lavorative dello 0,2%, mentre i redditi pro capite sono aumentati dello 0,5%. La variazione acquisita per il 2021 è pari a +6,2%.
(ITALPRESS).

Articolo precedenteMattarella “Da forze vitali impegno corale per bene del Paese”
Articolo successivoAviaria a Roma, chiusa Villa Pamphilj dopo la morte di un cigno contagiato