Elio Lannutti e l’attacco al presidente del consiglio dei Ministri Mario Draghi: “E’ quello che Francesco Cossiga definì un vile affarista e un bieco opportunista”. 

 

Mario Draghi è quello che Francesco Cossiga definì un vile affarista e un bieco opportunista“. Elio Lannutti, presidente onorario Adusbef, attacca Mario Draghi in un’intervista rilasciata a TeleAmbiente in occasione del convegno Adusbef a Roma il 1 ottobre 2021.

Adusbef, il risparmio tradito

“Nel 2008 il 17 di marzo firmò la delibera per far acquistare Banca Antonveneta al Monte dei Paschi di Siena a un valore finale di 17 miliardi con ricorso a strumenti ibridi indebitamente. Da quella delibera la lenta agonia del Monte dei Paschi di Siena. Perché fece quella delibera? Perché non voleva disturbare il groviglio armonioso di Siena, Stefano Bisi, il capo della massoneria, per non pregiudicare quella che era la sua ambizione, andare a fare il Presidente della BCE.  – aggiunge Lannutti e conclude – Adesso la sua ambizione è quella di andare a fare il Presidente della Repubblica, questo è Mario Draghi“.

 

Articolo precedenteClima, manifestante irrompe alla sfilata di Louis Vuitton a Parigi: “Consumo eccessivo = estinzione”
Articolo successivoClima, ecco quali sono le nazioni più inquinanti dal 1850 ad oggi