AttualitàBreaking News

Catania colpita da un tornado: pioggia, grandine, danni e feriti

Condividi

Catania in ginocchio per il maltempo. Un vero e proprio tornado ha portato pioggia e grandine sul capoluogo etneo, causando ingenti danni e anche alcuni feriti.

Catania devastata dal maltempo. Un vero e proprio tornado ha colpito nelle ultime ore il capoluogo etneo, portando pioggia, grandine e raffiche di vento che hanno superato i 100 chilometri orari. Tra le zone più colpite c’è il centro storico della città, dove si sono registrati diversi danni e anche alcuni feriti.

Clima, il report Onu: “Negli ultimi 50 anni due milioni di morti e quintuplicati i fenomeni estremi”

 

Molti alberi sono stati letteralmente sradicati, diversi lampioni sono caduti e al momento è impossibile quantificare i danni alle infrastrutture, agli esercizi commerciali e alle abitazioni private. Diversi gli interventi del 118, dei vigili del fuoco e della Protezione civile per i soccorsi. Il Comune di Catania ha chiesto ai cittadini di prestare la massima attenzione e di uscire di casa solo per motivi urgenti.

 

 

Nessuno dei feriti, fortunatamente, è stato costretto al ricovero in ospedale ed è stato curato sul posto dagli operatori del 118. Il maltempo ha inevitabilmente condizionato anche il traffico aereo: quattro voli sono stati dirottati in altri scali, tra cui Palermo e Bari. Innumerevoli le abitazioni allagate e danneggiate.

 

I tetti di alcune case sono stati scoperchiati, mentre la caduta degli alberi ha bloccato le strade e alcuni autisti sono rimasti intrappolati nell’acqua. Danni ingenti anche in provincia, specialmente nell’area a ridosso dell’Etna: nel centro di Nicolosi un albero è caduto danneggiando un mezzo di trasporto di disabili dell’associazione Misericordia.

 

 

(Visited 65 times, 1 visits today)

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Teleambiente.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi di teleambiente.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Stefano Zago