Territorio

Zimbabwe, 200 elefanti morti di fame a causa della siccità

Condividi

Gran parte dell’Africa australe sta vivendo la peggiore siccità degli ultimi due decenni. 200 elefanti sono morti di fame nel Parco Nazionale di Hwange, il più grande parco turistico dello Zimbabwe e al confine con il Botswana. 

Abbiamo perso molti elefanti a causa della fame, non c’è cibo. Stiamo aspettando disperatamente che arrivi la pioggia”, ha detto Tinashe Farawo, portavoce della National Parks and Wildlife Management Authority (Zimparks) dello Zimbabwe. “Solo per il parco di Hwange stiamo parlando di circa 200“, ha continuato Farawo, aggiornando un bilancio delle vittime che il mese scorso non ha superato i 55 pachidermi.

Per impedire la morte di altri pachidermi, un portavoce dell’ente per la gestione dei parchi e della fauna selvatica dello Zimbabwe ha dichiarato che è in programma di spostare 600 elefanti dal Savé Valley Conservancy, nel sud-est del paese, in altri tre parchi nazionali: un’operazione imponente, anche considerato che sono coinvolti molti altri animali. Infatti anche giraffe, leoni, bufali, licaoni e antilopi impala saranno spostati in quello che viene descritto come il più grande trasferimento nella storia del paese.

Animali, più di 100 elefanti morti per una sospetta epidemia di antrace

Secondo il Bhejane Trust, le mandrie di “elefanti migranti” hanno cercato rifugio nello Zimbabwe nell’ultimo anno dalla vicina Botswana, il paese con la più grande popolazione di questi animali in Africa. Inoltre, le autorità confermano che almeno 9.000 bovini sono morti di fame nelle province del Matabeleland settentrionale e meridionale dello Zimbabwe occidentale.

Elefanti, strage in Sri Lanka: 7 morti in pochi giorni

Gran parte dell’Africa australe sta vivendo la peggiore siccità degli ultimi due decenni, che in Zimbabwe ha rovinato le colture di base come il mais, lasciando almeno sette milioni di persone – circa la metà della popolazione del paese – dipendenti dagli aiuti alimentari esterni.

Secondo il Bhejane Trust, le mandrie di “elefanti migranti” hanno cercato rifugio nello Zimbabwe nell’ultimo anno dalla vicina Botswana, il paese con la più grande popolazione di questi animali in Africa. Inoltre, le autorita’ confermano che almeno 9.000 bovini sono morti di fame nelle province del Matabeleland settentrionale e meridionale dello Zimbabwe occidentale.

Zimbabwe, allarme siccità: a rischio le cascate Vittoria, patrimonio Unesco

La metà dei 14 milioni di abitanti rischia di morire di fame dato che i raccolti si sono dimezzati, anche a causa delle devastazioni del ciclone Idai dello scorso marzo.

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Teleambiente.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi di teleambiente.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Stefano Zago