Italpress

Zhang e Bronzetti fra le wild card al “Palermo Ladies Open”

Condividi

PALERMO (ITALPRESS) – Sale l’attesa per il “32^ Palermo Ladies Open”, torneo Wta in programma nel capoluogo siciliano che prenderà il via il 17 luglio con il tabellone di qualificazione e che dal 19 al 25 entrerà nel vivo con il main draw. Nel corso di una conferenza stampa al Country Time Club, anche quest’anno sede dell’evento, il direttore Oliviero Palma ha svelato le wild card per il tabellone principale e per le qualificazioni. Sono quattro quelle per il main draw. Una è andata alla cinese Shuai Zhang, numero 60 al mondo ma con un best ranking da numero 23, che non era riuscita a iscriversi in tempo in entry list. Le altre tre vanno a delle tenniste italiane, vale a dire Lucia Bronzetti (numero 241 Wta), Nuria Brancaccio (numero 452 Wta), entrambe scelte dal settore tecnico della Federtennis, e Lucrezia Stefanini, scelta concordata dal torneo con la Federtennis. La testa di serie numero uno del “Palermo Ladies Open” è la rumena Sorana Cirstea, numero 45 del ranking Wta, presenti tra le altre anche l’americana numero 48 al mondo Danielle Collins, la svizzera Jil Teichmann che vinse nel 2019 e la russa ma italiana di adozione Liudmila Samsonova. Svelate anche le due wild card del torneo di qualificazione, si tratta della numero uno siciliana Dalila Spiteri e della classe 2003 Lisa Pigato, reduce da un ottimo semestre.
La pattuglia di italiane iscritte al tabellone principale è guidata da Martina Trevisan, numero 98 al mondo, presenti anche la veterana Sara Errani che ha già vinto a Palermo per due volte, nel 2008 e nel 2012, ed Elisabetta Cocciaretto. Si è cancellata in extremis, invece, Jasmine Paolini, che andrà alle Olimpiadi.
(ITALPRESS).

(Visited 17 times, 1 visits today)

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Teleambiente.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi di teleambiente.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Stefano Zago